facebook twitter rss

Seconda Divisione,
ecco i primi verdetti

VOLLEY - Nel prossimo week end in campo anche le formazioni fermane, impegnate negli ottavi di finale playoff femminili
martedì 18 aprile 2017 - Ore 14:39
Print Friendly, PDF & Email

I tue tecnici campioni, Mantovani e Cataldi

FERMO – Al termine della prima fase degli spareggi promozione, la Libero Volley e la Centrufficio Te Volley Pagliare staccano di diritto il pass per la Prima Divisione, essendosi classificate nelle prime due posizione del girone.

Gli altri due posti disponibili in ambito promozione saranno combattuti tra le 16 formazioni che hanno avuto accesso agli ottavi, tra cui le rappresentanti fermane, ulteriore step del percorso playoff che terminerà con le semifinali promozione in programma il 21 e 28 maggio con eventuale gara 3 il 31 maggio.

Questo il quadro di gara 1 degli ottavi di finale playoff in programma il prossimo weekend:

O1 – Vega Don Celso vs Buone e Italiano Old Style Volley

O2 – Pedaso Volley vs Conad Porto Sant’Elpidio

O3 – Emmont Volley vs Incontra Volley

O4 – Le Querce Piceno Gas vs 43 Parallelo Volley

O5 – Bar Caffellatte Don Celso vs Happy Car Samb Volley B

O6 – Prima Pietra Junor Volley vs Edilmorelli

O7 – Folly Volley vs Happy Car Samb Volley A

O8 – Ite-Le Querce Volley vs Antonelli Romeo Monte Urano

Le emozioni della promozione sono raccontate attraverso un’intervista doppia a Mauro Mantovani della Libero Volley e Ruggero Cataldi, del Centrufficio Te Volley Pagliare, coach delle due neopromosse in prima divisione.

Campionato ancora lungo per le altre squadre, voi invece potete festeggiare…

Mantovani: “Decisamente, grande soddisfazione!”

Cataldi: “Cena di squadra in arrivo!”

 

Ci descriva la sua squadra…

M: “Gruppo di ragazze del 2001 e 2002. Lavorano insieme da due o tre anni, e questo si è visto in campo. Abbiamo anche due nuovi innesti che si sono integrati alla perfezione. Lavorare insieme ha portato a grandi soddisfazioni.”

C: “E’ un bel mix di età e personalità; il nostro libero è una mamma, alcune giocatrici stanno affrontando gli esami di maturità e altre quelli de terza media.”

 

Che lavoro è stato fatto sul gruppo?

M: “Dal mio punto di vista è stato un lavoro sperimentale: per la prima volta ho lavorato con un gruppo di 17 ragazze. La gestione degli allenamenti è stata diversa dal passato, per ovvie ragioni logistiche. Negli allenamenti è stato fatto un lavoro di tecnica individuale, mentre il per il gioco sono state sfruttate le partite di seconda divisione e di under 16. La collaborazione delle ragazze è stata totale e sono rimasto impressionato dalla loro capacità di autogestione nell’allenamento, cosa non scontata alla loro età e nei tempi che corrono.”

C: “Trovare l’amalgama non è stato facile, ma con il tempo le diversità sono diventati punti di forza. Chi supporta il gruppo con l’esperienza dell’adulto e chi lo carica con la grinta dell’esordiente. Questo, e tanto allenamento. Con la giusta preparazione siamo riusciti ad arrivare a fine campionato atleticamente pronti. Devo dire di aver trovato un gruppo pronto ad impegnarsi tanto”

 

Sembrate sorpresi dal tanto impegno…

M: “Da padre osservo una progressiva deresponsabilizzazione dei ragazzi, che ha connotazione trasversale in senso geografico e in termini di età. Con la pallavolo si ha la possibilità di trasmettere valori come il duro lavoro e lo spirito di gruppo. E le nostre ragazze hanno risposto positivamente, cosa di cui essere fieri”.

C: “Sorpreso no, ma giammai dare per scontato l’impegno, anche perché con i ritmi di vita diventa sempre più difficile essere costanti nelle cose. Soprattutto quando si devono affrontare insuccessi”.

 

Voi avete vinto, difficile parlare di insuccessi..

M: “E’ stata fortuna. Credo che nelle giovanili sia necessario concentrarsi sulla formazione tecnica ed emotiva degli atleti, non sulle vittorie e sulle sconfitte in termini di prestazioni.”

C: “Abbiamo vinto il campionato nelle ultime due partite, lottando punto su punto. La strada di una vittoria è lastricata di cose che sarebbero potute andare meglio!”

 

Cosa prevedete per il futuro?

M: “Un’unica certezza: questo gruppo non deve essere disperso e ha tutte le carte in regola per continuare a crescere”.

C: “La linea non è ancora definita; aspettiamo di vedere i risultati della prima squadra (B2) e della prima divisione. C’è dell’ottimo materiale e vedremo come sfruttarlo al massimo”.

 

Libero Volley 2016/17

Pagliare Volley 2016/17


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X