facebook twitter rss

Il Gruppo civico sangiorgese
rincara la dose contro lo Sprar

PORTO SAN GIORGIO - Marco Ciferri e Paolo Moschini: "L’amministrazione targata Pd continua nello sperpero di denaro pubblico perseverando nel finanziare il progetto Sprar destinato a clandestini affetti da disturbi mentali"
mercoledì 19 aprile 2017 - Ore 19:32
Print Friendly, PDF & Email

“Mentre il 12% degli Italiani (dato Istat) si trova in grave difficoltà economica e materiale, mentre in città si ripetono fatti criminosi, a comprova che sicurezza e legalità non vengono garantite ai cittadini sangiorgesi, l’amministrazione pubblica, targata Pd – la critica del referente sicurezza del Gruppo civico sangiorgese, in appoggio al candidato sindaco Agostini, Marco Ciferri, e del coordinatore Gcs, Paolo Moschini – continua nello sperpero di denaro pubblico perseverando nel finanziare il progetto Sprar destinato a clandestini affetti da disturbi mentali. Prescindendo da una analisi sui rischi di ordine pubblico e sicurezza dei cittadini che ciò comporta, è di ben 228 euro lo stanziamento previsto, di cui il 5% a carico del bilancio comunale pari a 11.400 euro. Si aumenta la tassa rifiuti a carico dei cittadini sangiorgesi, mentre, nel contempo, si continua a sperperare denaro pubblico, ben 45.600 per ogni immigrato che viene ospitato.  Con riferimento al recente fatto accaduto all’interno della stazione di Porto San Giorgio il movimento civico sangiorgese chiede l’immediata espulsione – comunicano alla lettera Ciferri e Moschini – dell’immigrato responsabile del fatto criminoso ed un maggior controllo del territorio (leggi l’articolo), a partire da tutti i coloro che stazionano dinanzi alla quasi totalità degli esercizi commerciali mendicando denaro. Ci domandiamo, a questo proposito, se questi soggetti siano ospiti dello Sprar ed, in caso affermativo, se siano mantenuti dignitosamente e quale sia il motivo che li spinge a cercare la carità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X