facebook twitter rss

Lavoro, giovani, anziani, trasparenza amministrativa: le Pari opportunità a Cinque Stelle

PORTO SAN GIORGIO - Le proposte dei pentastellati dopo le polemiche degli ultimi giorni tra vignette e strumentalizzazioni
lunedì 24 aprile 2017 - Ore 13:25
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, nella campagna elettorale di Porto San Giorgio è entrato un tema importante come quello delle pari opportunità che, secondo il Movimento 5 Stelle, restano “un principio giuridico inteso come l’assenza di ostacoli alla partecipazione economica, politica e sociale di un qualsiasi individuo per ragioni connesse al genere, religione e convinzioni personali, razza e origine etnica, disabilità, età, orientamento sessuale o politico”.

Cinque Stelle che sono rimasti colpiti da due eventi in particolare: “La levata di scudi e il conseguente dibattito seguito a una vignetta di Petrax sulla nuova assunta in organico della polizia municipale e la valanga rosa di ieri per aiutare l’oncologia che, al netto di qualche strumentalizzazione un po’ azzardata, è stata un vero successo e ha fornito un momento distensivo in una città che sembra paradossalmente non trovare pace in queste settimane”.

Da qui le proposte dei pentastellati: “Volevamo riflettere sul concetto di pari opportunità che ha visto in questi anni in città ma non solo, pensiamo anche al livello nazionale, il convergere verso un’accezione meramente “di genere” depotenziando forse tutte le altre parità e diversità che a nostro avvisto vanno superate.

Proponiamo nel dibattito quindi azioni concrete oltre ai convegni o alle presentazioni di libri di “autrici”, che ben vengano ma non bastano, capaci di superare le discriminazioni in materia di lavoro, formazione, assistenza sanitaria, prestazioni sociali, istruzione, accesso a beni e servizi.

Vogliamo parlare di pari opportunità per famiglie economicamente agiate e disagiate di poter usufruire di asili nido sui quali investire per allargare l’utenza a costi minori, di pari opportunità per gli anziani e le loro famiglie di far parte di un circuito che prevede l’assistenza condivisa, di pari opportunità abitative per le giovani coppie che non riescono a stare dietro al mercato immobiliare, di pari opportunità lavorative per giovani e adulti in assenza di un reddito minimo. Le pari opportunità si esprimono anche nella trasparenza quando il cittadino è pari all’amministratore, nel pari accesso alle decisioni collettive, nella pari possibilità di accedere a piccoli strumenti di reddito, nel dialogo con una comunità parimente collaborativa.

Così vogliamo festeggiare il giorno della liberazione, liberandoci proprio da alcuni limiti culturali, dai confini che non hanno senso di esistere”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X