facebook twitter rss

Guardolificio Diomedi, a te la
Coppa Italia di softball femminile

SERIE A2 - Le ragazze veregrensi, nelle final four utili ad attribuire il trofeo tricolore, hanno avuto la meglio sulle selezioni di Verona, Bollate e Livorno, con le toscane prossimo avversario domenica nel partente campionato
martedì 25 aprile 2017 - Ore 23:37
Print Friendly, PDF & Email

Squadra e dirigenti al termine della finale

MONTEGRANARO – Chi ben comincia è a metà dell’opera, recita la massima, e dalla teoria alla pratica il passo è stato prontamente servito dalla Guardolificio Diomedi che, a poco dal via del prossimo torneo di Serie A2 femminile, domenica scorsa ha riportato in terra fermana la Coppa Italia di categoria.

Appuntamento andato in scena a Langhirano, in provincia di Parma, dove oltre alle ragazze di coach Hector Fernandez hanno preso parte le selezioni di Verona, Bollate e Livorno. La semifinale è stata superata sulle venete per manifesta inferiorità ( da regolamento, si termina l’incontro quando tra le contendenti si apre un solco di sette punti di vantaggio, nel caso specifico al quinto inning ). In finale, al cospetto di Bollate, strada subito in salita, con un netto 4 – 1 in favore delle avversarie.

Le ragazze del presidente Luciano Caminonni hanno dunque fatto quadrato intorno alle indicazioni del tecnico Fernandez e la lanciatrice Luana Luconi si è caricata la squadra sulle spalle per un dirompente 14 – 1 finale che ha liquidato così l’ostacolo con una nuova manifesta inferiorità.

“Abbiamo vinto un trofeo che Montegranaro inseguiva da diversi anni – ha dichiarato l’allenatore Hector Fernandez, cubano con molte esperienze maturate in Italia che lo hanno visto già trionfare a Bussolengo, Legnano e a Caserta, con la quale lo scorso anno ha vinto niente meno che la Champions disputata in Repubblica Ceca -. Sono arrivato da circa un mese, quindi possiamo dire di aver iniziato davvero bene la stagione. Cosa è successo al terzo inning della finale per il decisivo cambio di passo? Ho parlato con le ragazze che hanno ben capito cosa c’era da fare. Bollate è una grande squadra – ha proseguito Fernandez – il livello del softball italiano si è un pò abbassato ma rimane del tutto competitivo. Adesso ci prepariamo per il campionato, in partenza domenica prossima, dove ritroveremo Livorno. Con questa partenza sprint spero dunque di mantenere alti gli auspici della vigilia”.

Paolo Gaudenzi

Coach Hector Fernandez, guida tecnica delle ragazze del Guardolificio Diomedi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X