facebook twitter rss

Nuove tecnologie:
ecografia 4D con immagini in movimento

Tecnologie innovative nella costruzione sia delle sonde sia dei software hanno permesso di passare dalle immagini bidimensionali a quelle tridimensionali statiche fino ad arrivare a quelle 4D (immagini tridimensionali in movimento).
martedì 25 aprile 2017 - Ore 09:23
Print Friendly, PDF & Email

L’ecografo è uno strumento di diagnostica per immagini che si rinnova continuamente grazie ad invenzioni che migliorano sia la performance sia le indicazioni. Tecnologie innovative nella costruzione sia delle sonde (sonde a matrice, sonde chiamate “volumetriche”), sia dei software che hanno permesso di passare dalle immagini bidimensionali a quelle 3D (immagini tridimensionali statiche) fino ad arrivare a quelle 4D (immagini tridimensionali in movimento).

 

Il potente Voluson E8 Expert, ad esempio, è stato appositamente progettato per fornire immagini ecografiche eccezionali durante il periodo di gestazione. I suoi software di ultimissima generazione e le sue sonde “volumetriche” consentono di effettuare dettagliate ricostruzioni 3D e 4D, a volte indispensabili per la corretta valutazione della salute del feto. Questa ecografia è indispensabile per intuire sindromi caratterizzate da un aspetto particolare del viso, per evidenziare anomalie degli arti, del cordone ombelicale ma anche per diagnosticare anomalie degli organi interni del feto (reni, cuore, ecc).

L’ecografia 4D è ormai un esame di routine e permette alla madre di osservare, in tempo reale e in modo continuo, i movimenti e le espressioni del suo bambino ed entrare, per cosi dire, in contatto visivo diretto fino ad indovinare le somiglianze.

 

Si tratta, di una ecografia particolarmente sofisticata che, nelle pazienti da sottoporre a fecondazione medicalmente assistita, rappresenta uno strumento indispensabile per il calcolo del numero e del volume dei follicoli ovarici nonché per il monitoraggio dello sviluppo dei follicoli.

L’ecografo Voluson E8 Expert, grazie al sistema “Sono AVCTMfollicle”, è in grado di calcolare automaticamente sia il numero sia il volume dei follicoli, partendo da una ricostruzione volumetrica 3D dell’ovaio.

 

Altro strumento diagnostico innovativo, molto importante per la salute della donna, è il Logiq S8 XDClear, ecografo multidisciplinare top di gamma di ultimissima generazione, dotato di software che consentono di studiare particolarmente le ghiandole mammarie e la tiroide eseguendo il calcolo automatico dei contorni delle lesioni.

 

 

Grazie a questo strumento l’accuratezza diagnostica per il cancro della mammella raggiunge il 96%.

 

Con il Logiq S8 XDClear è possibile eseguire anche la elastosonografia, tecnica diagnostica non invasiva per valutare la rigidità dei tessuti in relazione a quelli circostanti. Questa tecnologia innovativa è diventata di fondamentale importanza nella diagnostica delle patologie neoplastiche tiroidee.

 

All’Istituto Palmatea è possibile effettuare le ecografie sopra descritte grazie al rinnovato parco di ecografi e medici specialisti altamente qualificati.

 

Per info e prenotazioni www.palmatea.it

 

Articolo promoredazionale

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X