facebook twitter rss

Il sindaco Franchellucci a sostegno dell’Holiday e delle strutture ricettive: “Non meritano di vivere questo gioco al massacro”

PORTO SANT'ELPIDIO - Le parole del sindaco: "Ho sempre ribadito che senza la disponibilità delle strutture ricettive nulla si sarebbe potuto fare e sono state loro le vere protagoniste di questi mesi di accoglienza. Duole costatare che ora, per motivi che preferisco non commentare, sembrano essere diventate loro la causa dei trasferimenti"
giovedì 4 maggio 2017 - Ore 18:11
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra, Daniele Gatti, Nazareno Franchellucci, il prefetto di Fermo Mara Di Lullo e il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli

“È impossibile rimanere in silenzio davanti alle dichiarazioni del direttore Gatti. Parole che sono la traduzione di sentimenti che molto spesso abbiamo condiviso insieme nel corso di questi mesi cosi intensi”. Inizia così l’intervento del sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci a sostegno dell’Holiday  (leggi l’articolo) e di tutte le strutture ricettive protagoniste dell’emergenza in questi mesi.

“Se infatti è vero che le associazioni di volontariato coordinate dalla amministrazione comunale hanno svolto un importante ruolo – spiega Franchellucci – io ho sempre ribadito che senza la disponibilità delle strutture ricettive nulla si sarebbe potuto fare e sono state loro le vere protagoniste di questi mesi di accoglienza. Duole costatare che ora, per motivi che preferisco non commentare, sembrano essere diventate loro la causa dei trasferimenti. Loro non solo non hanno responsabilità,  non solo hanno ampliato posti e tempi di permanenza, ma aggiungo di certo non meritano di vivere questo gioco al massacro dove tutto sembra ricadere su loro discrezione e volontà. Loro hanno un sacrosanto diritto: quello di lavorare e di continuare con forza a portare avanti una delle stagioni estive più complicate ed incerte degli ultimi 70 anni”.

Primo cittadino di Porto Sant’Elpidio che aggiunge: “Per questo io ribadisco, come precedentemente detto e dichiarato, che sono convinto che tutti gli amici ospiti nella nostra comunità ben sanno le cose che ho appena detto e non hanno alcuna intenzione di andare in scontro con bravissimi direttori come Daniele Gatti o di altre strutture, ma semplicemente quella di manifestare la loro disperata voglia di avere risposte certe in merito al loro futuro. Ma questo mai e poi mai potrà distruggere quel tacito patto di solidarietà che si è venuto a creare ad Ottobre tra strutture ospitanti e comunità ospitate. Sono convinto che la Regione ed il Presidente Ceriscioli non lasceranno sole le strutture ricettive, ma sapranno rapidamente mediare per permettere a tutti di delineare in maniera serena il proprio futuro”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



1 commento

  1. 1
    Francesco Frascerra via Facebook il 4 maggio 2017 alle 19:53

    Le chiacchiere fa’ li pidocchi. Alzatevi dalle poltrone e lavorate x il popolo. Sempre se ne sete capaci.

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X