facebook twitter rss

Casette, sfollati e strutture ricettive:
la Marcozzi e gli imperdonabili errori della Regione

SISMA - La capogruppo di Forza Italia nell'Assemblea Legislativa delle Marche annuncia una nuova interrogazione
giovedì 4 maggio 2017 - Ore 15:14
Print Friendly, PDF & Email

Sulla situazione degli sfollati e delle strutture ricettive elpidiensi (che stamattina ha visto lo sfogo di Daniele Gatti, titolare dell’Holiday di Porto Sant’Elpidio) interviene Jessica Marcozzi, capogruppo di Forza Italia nell’Assemblea Legislativa delle Marche, che annuncia una nuova interrogazione all’assise regionale.

“Con una gestione a dir poco lacunosa e senza risposte ai cittadini, si è compromessa anche una situazione in cui il dramma causato dal sisma aveva fatto emergere la solidarietà, l’aggregazione e la forza degli affetti e dei vincoli familiari di noi marchigiani. Sto parlando dell’incresciosa situazione che investe gli sfollati e le strutture ricettive elpidiensi che li ospitano. Da una parte, infatti, i terremotati che sono chiamati a fare armi e bagagli e a spostarsi verso altre destinazioni, dall’altra le strutture ricettive che, a fronte della loro encomiabile disponibilità a offrire un tetto a chi soffre da mesi a causa del terremoto, si vedono gettate in un groviglio di burocrazia e mancate risposte che rischia di compromettere anche il turismo e la ricettività della nostra terra, da sempre ospitale e solidale.

Ebbene un ginepraio di problemi che esplodono solo perché non si è riusciti a gestire una situazione che necessita prima di tutto di attenzione nei confronti di chi soffre, di programmazione, di rispetto nei confronti di chi lavora sul territorio e ne fa un’eccellenza nella ricettività turistica e di chiarezza normativa. A monte, infatti, ci sono i ritardi imperdonabili nella consegna delle Sae, le soluzioni abitative d’emergenza, ancora non pervenute. Da lì, a cascata, i problemi legati ai trasferimenti degli sfollati che, oltre a creare ulteriori traumi a chi già soffre, dividono famiglie e distruggono quei virtuosi equilibri comunitari formatisi all’interno delle strutture ricettive. E come se non bastasse, l’incapacità di gestire una situazione paradossalmente non più emergenziale, sta creando anche problemi alle stesse strutture ricettive in termini di programmazione del lavoro con l’arrivo della stagione estiva. Urgono risposte concrete e tempestive. Al riguardo ho presentato un’interrogazione consiliare con cui, oltre al fare chiarezza su quanto accaduto, chiedo all’Amministrazione di correre immediatamente ai ripari e di correggere gli errori commessi fino ad oggi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X