facebook twitter rss

Cordoglio a Falerone: si è spento
Ubaldo De Robertis, il ricercatore nucleare
con l’animo del poeta

FALERONE - Ricercatore chimico nucleare ma, al contempo, poeta e romanziere, De Robertis si è spento questa mattina all'età di 75 anni
giovedì 11 maggio 2017 - Ore 23:28
Print Friendly, PDF & Email

Ubaldo De Robertis

Cordoglio oggi a Falerone per la scomparsa di uno dei suoi più illustri figli, Ubaldo de Robertis. Nato a Falerone nel 1942, da tempo De Robertis si era trasferito in Toscana, più precisamente a Pisa. E lì ha trascorso il suo ultimo periodo di vita, dopo la pensione. Ricercatore chimico nucleare ma anche membro dell’Accademia Nazionale dell’Ussero di Arti, Lettere e Scienze. Nel 2008 ha pubblicato la sua prima raccolta poetica, Diomedee (Joker Editore), e nel 2009 la Silloge vincitrice del Premio Orfici, Sovra (il) senso del vuoto (Nuovastampa). Nel 2012 ha editato l’opera ‘Se Luna fosse… un Aquilone’ (Limina Mentis Editore); nel 2013 I quaderni dell’Ussero, (Puntoacapo Editore). De Robertis, con la mente rivolta alla chimica nucleare ma il cuore pulsante di poesia, ha conseguito numerosi riconoscimenti e premi. Autore dei romanzi ‘Il tempo dorme con noi’, primo premio saggistica Gronchi, (Voltaire Edizioni), e L’Epigono di Magellano, (Edizioni Akkuaria).
De Robertis lascia la moglie Mara, anche lei di Falerone, e i figli Roberto e Stefano. E oggi la comunità si stringe intorno alla famiglia per la tragica scomparsa.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X