facebook twitter rss

Festa dei fiori e delle proteste,
i fiorai sul piede di guerra:
“Da anni danneggiati e ignorati”

PORTO SAN GIORGIO - Garden Idea Verde, la Fioreria, Pollice Verde e Postacchini fiori: "E' assurdo che da un lato si proponga di rilanciare l'economia cittadina e dall'altro si colloca chirurgicamente una manifestazione a discapito delle attività sangiorgesi, che pagano faticosamente fior di tributi, con mille sacrifici"
venerdì 12 maggio 2017 - Ore 13:33
Print Friendly, PDF & Email

“Le attività commerciali di Porto San Giorgio Garden Idea Verde, la Fioreria, Pollice Verde e Postacchini fiori – si legge in una nota di Garde Idea Verde – denunciano l’incredibile incapacità di questa amministrazione comunale. Da anni lottiamo affinché la Festa dei fiori (leggi l’articolo) sia spostata in una data alternativa alla seconda domenica di maggio, in cui si celebra la Festa della mamma, ma puntualmente i nostri appelli restano inascoltati. Quella che inizialmente poteva essere considerata solo come una disattenzione ed una mancanza di sensibilità verso i commercianti sangiorgesi, ormai sta assumendo le proporzioni di un vero proprio accanimento e di una cosciente volontà di danneggiarci. Abbiamo fatto presente all’amministrazione comunale, dati alla mano, l’innegabile danno subito, visto il drastico calo degli introiti per i nostri negozi in tale giornata rispetto agli anni in cui l’iniziativa non veniva organizzata. Abbiamo illustrato tutti i costi e gli oneri che versiamo nelle casse comunali. Ma abbiamo trovato un muro, completa indifferenza nei confronti dei nostri disagi. Non contestiamo la manifestazione in quanto tale, anzi è apprezzabile che si propongano eventi di richiamo per il pubblico. Ma gli eventi servono a valorizzare una città e i suoi operatori, non a stroncarli. Chiediamo semplicemente, da tempo, di spostare la Festa dei fiori in un’altra data. E’ fin troppo evidente che la ricorrenza della Festa della Mamma rappresenti una delle occasioni più propizie dell’anno per chi opera nel nostro settore. Proprio in quel giorno veniamo puntualmente oscurati da un’associazione che peraltro non è neanche di Porto San Giorgio. Ci è stato risposto che la collocazione in altra data sarebbe impossibile, perché gli organizzatori non avrebbero possibilità di spostare la festa in altre piazze. Lo crediamo bene. Nessun amministratore che abbia un barlume di buon senso allestirebbe un’iniziativa che dissangua le fiorerie della propria città in quella che per loro è la giornata più importante. Anche l’ultimo dei sindaci si porrebbe il problema. Solo a Porto San Giorgio le esigenze dei commercianti vengono calpestate senza la minima considerazione. Per tenerci a bada ci hanno offerto uno spazio gratuito all’interno della manifestazione. Qualcuno dovrebbe spiegarci per quale ragione dovremmo lasciare il nostro locale nella domenica più importante dell’anno per ritagliarci un angolino e trovarci da ospiti a casa nostra. E’ davvero assurdo che da un lato si proponga di rilanciare l’economia cittadina, al minimo storico com’è sotto gli occhi di tutti, mentre dall’altro si colloca chirurgicamente una manifestazione a discapito delle attività sangiorgesi, che pagano faticosamente fior di tributi, con mille sacrifici. Dopo tutti i solleciti fatti in anni precedenti con grande delusione e amarezza non siamo mai stati ascoltati da questa amministrazione. Considerando che tra pochi giorni ci saranno le elezioni comunali e se l’attuale amministrazione dovesse rimanere in carica, c’è veramente da aver Paura. Ci auguriamo e soprattutto speriamo che sia l’ultima volta che si svolge tale manifestazione nella domenica dedicata alla Festa della Mamma”.

Torna “Riva fiorita”, la mostra mercato floro-vivaistica in centro


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X