facebook twitter rss

Poderosa, rispedite al mittente le
esternazioni del presidente abruzzese Carlo Di Fabio

SERIE B - La società dei Bigioni replica immediatamente alle frasi poco felici espresse dal numero uno della Amatori Pescara nel dopo gara della seconda sfida valida la serie per la semifinale playoff vinta ieri sera dai gialloblù
mercoledì 17 maggio 2017 - Ore 14:28
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – La società cestistica veregrense invia un comunicato che pubblichiamo integralmente, a replica delle esternazioni del massimo dirigente abruzzese postume a gara 2 della semifinale playoff, giocata ieri sera e vinta dai ragazzi di Ceccarelli.

“La Poderosa Pallacanestro in merito alle dichiarazioni rilasciata dal Presidente della Amatori Basket Pescara, Sig. Carlo Di Fabio, in una videointervista pubblicata sulla pagina Facebook ufficiale della società, intende precisare quanto segue.

Le parole del Sig. Di Fabio ci sorprendono e rammaricano sotto ogni profilo. In primo luogo perché ledono l’immagine della nostra città, Montegranaro, e in secondo luogo perché distorcono la verità dei fatti. Il palasport di via Martiri d’Ungheria, definito dal Presidente “poco più di un letamaio”, è stato omologato dalla Federazione Italiana Pallacanestro ed è conforme alle normative in vigore sotto ogni punto di vista. Come conformemente alle normative vigenti si è comportata la Poderosa Pallacanestro Montegranaro per quanto riguarda l’accoglienza della società ospite nelle prime due gare della serie di semifinale.

Sia in gara 1 che in gara 2 alla Amatori Basket Pescara sono stati riservati 9 accrediti e 100 biglietti, andando, in quest’ultimo caso, ben oltre il prescritto limite minimo del 10% della capienza (il palasport di Montegranaro è omologato per 828 spettatori) e riservando agli ospiti un intero settore della struttura nonostante i tifosi giunti dall’Abruzzo fossero 70 in gara 1 e 19 in gara 2. Tutti entrati regolarmente senza alcun tipo di problema. È stato persino riservato alla società pescarese l’unico posto auto disponibile nel piazzale antistante del palasport, proprio per cercare di mettere gli ospiti nelle migliori condizioni possibili.

Tutto è filato liscio insomma, nel segno della massima correttezza e sportività, grazie anche al lavoro delle forze dell’ordine presenti, cui va il nostro ringraziamento e la nostra solidarietà per le infelici parole usate dal Sig. Di Fabio.

Giova ricordare che non fu altrettanto piacevole il trattamento ricevuto dalla Poderosa Pallacanestro Montegranaro nella gara di ritorno di stagione regolare al PalaElettra di Pescara, dove la nostra società non ricevette alcun accredito e persino il nostro presidente fu costretto a pagarsi il biglietto di ingresso.

Nelle questioni tecniche non ci addentriamo troppo, dato che a parlare, come sempre, è il campo e sul campo quest’anno contro la Amatori Basket Pescara abbiamo raccolto quattro vittorie su quattro scontri diretti. Ciò ci fa essere fiduciosi in vista della gara 3 di venerdì sera: andremo a Pescara con l’obiettivo di chiudere la serie, ma anche stavolta sarà il campo a dire se ci saremo meritati o meno la vittoria.

Capiamo il nervosismo del Sig. Di Fabio di fronte ai verdetti espressi dal rettangolo di gioco, ma riteniamo che fomentare situazioni che nulla hanno a che vedere con il basket giocato con parole lontane dall’oggettività dei fatti sia quanto di più lontano dai valori dello sport nei quali crediamo fermamente”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X