facebook twitter rss

Dalla sicurezza all’ambiente,
alla scoperta del mare con la Guardia costiera

PORTO SAN GIORGIO - Questa mattina sulla spiaggia della Lega navale, ad aspettare i bambini della De Amicis, i militari del Circomare e del Compartimento di San Benedetto, i sommozzatori, il presidente Carlo Iommi e Basilio Ciaffardoni
lunedì 5 giugno 2017 - Ore 11:48
Print Friendly, PDF & Email

Non è semplice intrattenere tre classi elementari e coinvolgere tanti bambini su temi delicati come la sicurezza in mare, il rispetto dell’ambiente e il primo soccorso. Eppure ancora una volta il Circomare di Porto San Giorgio, tra il serio e il giocoso, ci è riuscito. Questa mattina i militari della Capitaneria di porto sangiorgese, con in testa il loro comandante Fabrizio Strusi hanno accolto sulla spiaggia della Lega navale, tre quarte elementari della De Amicis. Tanti bambini, accompagnati dalle insegnanti per scoprire le bellezze di un mare sicuro, a cui sono stati regalati i cappellini della Guardia costiera. Con Strusi e i suoi militari, sulla battigia, anche il tenente di vascello Sonia Melone, in rappresentanza della Capitaneria di San Benedetto del Tronto, il nucleo sommozzatori con il sottotenente di vascello Alessandro Felice e il maresciallo di prima classe Raffaele Perrotta, e l’esperto sommozzatore Basilio Ciaffardoni. A fare gli onori di casa anche il presidente della Lega navale, Carlo Iommi. Una lezione all’aria aperta, multidisciplinare. Sì perché i bambini sono corsi da una parte all’altra della battigia per seguire i militari e i sommozzatori che hanno spiegato loro come soccorrere una persona in difficoltà in acqua e sulla spiaggia, ma anche come rispettare il mare, a partire da quei maledetti rifiuti che si trovano in acqua. E, sotto gli occhi compiaciuti, ma a tratti anche felicemente sorpresi dei militari, i giovani studenti hanno dimostrato anche un’insolita conoscenza delle attrezzature subacquee usate dagli specialisti della Guardia costiera. A Ciaffardoni, invece, il compito di spiegare ai bambini i compiti del palombaro. Poi via tutti a divertirsi alla scoperta dei nodi. “Quest’attività, che noi abbiamo realizzato sotto il coordinamento del Compartimento di San Benedetto, rientra nell’iniziativa Giornata con la Guardia costiera, una giornata dedicata alla tutela dell’ambiente marino e alla salvaguardia delle vite umane” spiega Strusi. In acqua, oltre a un mezzo navale della Guardia costiera con l’equipaggio capitanato da Cosimo Carbone, anche, in supporto, un gommone della Protezione civile e uno della Lega navale.

g.f.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X