facebook twitter rss

Dopo 64 anni Fermo dice addio all’Antica Pizzeria di Piazza del Popolo, Simona Balestrini:
“E’ come un figlio”

FERMO - Fu la prima pizzeria al taglio della città di Fermo. La signora Elvira fondatrice nel1953 seppe proporre, oltre alla pizza e ai polli arrosto, anche buonissimi dolci. Il locale attirò clienti da tutto il circondario diventando in breve tempo un punto di riferimento e di ritrovo
martedì 13 giugno 2017 - Ore 17:55
Print Friendly, PDF & Email

La signora Elvira Biccirè

di Paolo Paoletti

Un pezzo di storia di Fermo che se ne va. Chiude quello che è stato da sempre il negozio simbolo di Piazza del Popolo: l’Antica Pizzeria Balestrini. Fu la prima pizzeria al taglio della città di Fermo. Intere generazioni sono cresciute con la loro pizza, definita da molti la più buona del territorio. Sicuramente, dietro alla loro ricetta, era racchiusa la storia di tre generazioni .

A raccontarcela oggi è Simona Balestrini, ultima titolare in ordine di tempo: “Era il 1953, grazie all’attività di mia nonna Elvira Biccirè, che seppe proporre, oltre alla pizza ed ai polli arrosto, anche squisiti dolci (rinomate le sue bombe alla crema), il negozio attirò clienti dalla città e dal circondario, diventando ben presto un punto di riferimento e di ritrovo. La clientela spaziava su un’ampia fascia d’età e di estrazione sociale: dai numerosi studenti che popolavano la città, ai frequentatori del mercato settimanale, agli spettatori delle serate al Teatro dell’Aquila. L’avvicendarsi della gestione, passata prima a mio padre Mauro Balestrini nel 1972, e poi alla sottoscritta nel 2002, ha mantenuto le caratteristiche che hanno sempre contraddistinto il locale sin dalla sua apertura, ossia un ambiente familiare ed accogliente, genuinità e freschezza del prodotto offerto”. 

Simona ritira l’attestato di locale storico delle Marche nel 2013

Ed è proprio Simona a spiegarci oggi, con nostalgia ed emozione, le motivazioni che hanno portato a questa decisione non facile.

“Si tratta di una scelta forzata – spiega Simona – altrimenti non l’avremmo mai fatto. Il lavoro andava bene infatti. Purtroppo però mia madre ha 68 anni ed è pensionata. In questi due anni ho avuto dei problemi di salute e lei è stata costretta a portare avanti l’attività da sola e con tutto il lavoro che c’era da fare è arrivata a saturazione”.

Mamma Anna e sua figlia Simona, nonostante le difficoltà, hanno cercato di resistere. L’amore per la loro pizzeria, contraccambiato dai fermani e non solo, era troppo forte.

Simona Balestrini racconta:”Dopo lunghe vicissitudini e controlli,  i medici mi hanno consigliato di allontanarmi dal  posto di lavoro per il bene della mia salute. Ci abbiamo riflettuto tanto. Inizialmente siamo stati chiusi. Solo in questi ultimi giorni ho appeso il cartello affittasi fuori dal locale. Ho cercato per tanto tempo di pensare ad una soluzione alternativa per questo problema enorme ma non sono riuscita a trovare un’escamotage. L’unica possibilità era lavorare con prodotti congelati, cosa che non avrei mai potuto fare rinunciando alla qualità e alla freschezza delle materie prime che da sempre hanno contraddistinto la storia della nostra pizzeria. Non potevamo tradire i tanti clienti“.

Anna Balestrini

Da qui la decisione forzata, arrivata dopo 64 anni di storia. L’Antica Pizzeria di Piazza del Popolo è l’unico locale del centro insignito dalla Regione Marche della targa ‘Locale Storico delle Marche’, assegnata il 20 giugno 2013 dopo un’attenta selezione e valutazione. Sosta irrinunciabile per i molti artisti e registi dello spettacolo che frequentavano la città per gli spettacoli di prosa, lirica o concerti che si tengono al Teatro dell’Aquila era anche un punto di riferimento per i turisti che visitavano Fermo durante tutto l’anno affascinati dalle vicine cisterne romane e dalla pinacoteca comunale , e numerosi, in particolare, nel periodo estivo, attratti dagli eventi storico-culturali come il palio dell’Assunta ed il mercatino dell’antiquariato del giovedì.

“Do in affitto questo mio negozio come se fosse un figlio – aggiunge Simona –  dopo 60 anni con la gestione della stessa famiglia ci troviamo di fronte ad una scelta delicata, c’è un grande un rapporto affettivo. Lo diamo in affitto a delle persone che lo possano portare avanti con lo stesso amore e dedizione con cui lo facevamo noi”. Chiediamo in conclusione a Simona che futuro immagina per il suo negozio: “Vorrei che a proseguire sia un’altra famiglia che abbia a cuore come abbiamo avuto noi questo locale così pieno di storia e di affetto da parte della gente.  Un lavoro frutto di tre generazioni Elvira, Anna, Mauro e la sottoscritta Simona. Lo affitteremo solo a chi ha veramente a cuore questo luogo e la sua vocazione commerciale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



6 commenti

  1. 1
    Simonetta Bonfigli via Facebook il 13 giugno 2017 alle 18:39

    Che grande dispiacere , la pizzeria di noi ragazzi ora grandi adulti 😨😨😨

  2. 2
    Giammario Dari via Facebook il 13 giugno 2017 alle 18:39

    Grazie Simona!!…..e soprattutto grazie a te Anna per averci deliziato in tutti questi anni di una pizza 🍕 speciale….un abbraccio

  3. 3
    Elisa Paris Francia via Facebook il 13 giugno 2017 alle 19:53

    Nooooooo

  4. 4
    Jorge Tres via Facebook il 13 giugno 2017 alle 20:11

    Anche questa? mi dispiace.

  5. 5
    Luigi Rocchi via Facebook il 13 giugno 2017 alle 20:17

    Grazie Anna , grazie Simona mi mancherà la vostra pizza , mi mancherà scambiare due chiacchiere con voi in bocca al lupo per tutto……..

  6. 6
    Silvia Ramini via Facebook il 13 giugno 2017 alle 20:18

    Peccato!!!😢

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X