fbpx
facebook twitter rss

A Fermo gli spazi pubblici curati anche da Prince, Daniel Youssuf e Omar

INTEGRAZIONE - I tre giovani dello Sprar hanno incontro il sindaco Calcinaro e l'assessore Giampieri
Print Friendly, PDF & Email

I rifugiati accolti nel progetto Sprar “Era Domani” sono i protagonisti della Convenzione stipulata tra il Comune di Fermo e la Cooperativa Sociale Nuova ricerca Agenzia Res, che formalizza le attività di volontariato di pubblica utilità finalizzate a riqualificare gli spazi urbani, patrimonio culturale e storico della Città di Fermo-valorizzandoli come luoghi di interculturalità, inclusione sociale ,e condivisione di valori ambientali.

Prince, Daniel Youssuf e Omar, a Fermo da 6 mesi, in Italia da due anni, dopo un corso di formazione in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, hanno deciso, volontariamente, di mettere a disposizione le proprie esperienze e capacità tecnico-professionali (alcuni sono specializzati nella meccanica e nella saldatura) per contribuire alla cura di spazi pubblici riconoscendone il valore ambientale e sociale.

E dopo la struttura dell’ex campo da bocce sottostante il San Carlo, hanno anche dato un aiuto nella cura degli archivi dei Servizi Sociali e dei Lavori Pubblici, all’autoparco, alla scuola elementare di San Claudio, al magazzino sottostante il mercato coperto.

Per questo il Sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore alle Politiche Sociali Mirco Giampieri hanno ricevuto in Comune (assente Omar) i ragazzi, accompagnati da Gianluca Del Papa della Cooperativa Sociale Nuova Ricerca Agenzia Res, e ringraziati per il loro impegno. “E’ importante lo spirito che avete messo e che mettete – ha detto loro il sindaco – soprattutto è importante questo spirito per ragazzi come voi che sono venuti in Italia per avere un futuro migliore.”

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X