fbpx
facebook twitter rss

Donne in giunta, Vitturini non molla:
“Presentate istanza alla consigliera di parità
e lettera alla prefettura”

PORTO SAN GIORGIO - La consigliera di opposizione: "E pensare che stiamo parlando della legge Delrio. Quelli del Pd predicano bene e razzolano male"
giovedì 6 Luglio 2017 - Ore 18:06
Print Friendly, PDF & Email

Maria Lina Vitturini

La consigliera di opposizione Maria Lina Vitturini sulle quote “rosa” in consiglio comunale non molla. E dopo aver denunciato che l’attuale giunta Loira non rispetta la legge Delrio (leggi l’articolo) ora passa al nero su bianco. La Vitturini, infatti, ha presentato istanza alla consigliera regionale di parità e alla Prefettura per vedere rispettata la legge che, nel caso di Porto San Giorgio prevede almeno due assessori donna in giunta (invece Loira ne ha una sola, Elisabetta Baldassarri). “E pensare che è una legge Delrio, quindi una legge del Pd. Questi predicano bene e poi razzolano male – la critica della Vitturini –  la norma prveede che come per i Comuni con una popolazione sopra i 3.000 abitanti la presenza di uomini o donne non possa essere in misura inferiore al 40%. Secondo la legge Del Rio, il sindaco dovrebbe avere un’altra donna nella sua squadra di assessori, al posto di uno dei quattro uomini presenti. Così si perde una grande opportunità, per quello che rappresenta in termini di sensibilità e competenza la presenza di una donna”. Il giorno dell’insediamento la consigliera di opposizione aveva preannunciato che si sarebbe rivolta alla consigliera di parità. E così ha fatto: “Ho presentato istanza e mi è stato comunicato che partirà una diffida al sindaco. Stesso dicasi per Sant’Elpidio a Mare. Poi se il primo cittadino non correrà ai ripari si potrebbe anche arrivare al ricorso alla magistratura amministrativa. Mi appello anche alla presidente della commissione regionale per le pari opportunità. Non è accettabile che non vengano rispettate le leggi, soprattutto in un tema così importante”. 

 

 

Porto San Giorgio, insediato il Consiglio: Catalini presidente, gelo Ciabattoni-Loira


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Simone Rossi il 8 Luglio 2017 alle 13:48

    COSAAAAAA????? ECCO QUESTA E’ PROVA ECLATANTE CHE LE DONNE VOGLIONO I LORO POSTARELLI DI POTERE SENZA MERITARSELI MA SOLO PERCHE’ DONNE, INFATTI LA LEGGE DELIRIO E’ PROPRIO UN DELIRIO ED E’ ANTICOSTITUZIONALE, I CITTADINI SI SONO ESPRESSI E I PIU’ VOTATI SONO QUELLI, SI E’ DICISO DI METTERE I PIU’ VOTATI SENZA DISCRIMINAZIONI, QUESTE CHE IPOCRITAMENTE HANNO FATTO QUESTA DIFFIDA DOVREBBE ANDARE A FARE DIFFIDE IN POSTI DI LAVORO DOVE VERAMENTE SONO TUTTI UOMINI TIPO, MURATORI, CARPENTIERI, IMBIANCHINI, IDRAULICI ECC….. PERCHE’ NON CHIEDE DI ANDARE A LAVORARE LI’????? NON BASTA AVER GUADAGNATO COSI’ TANTO FINO AD ORA CON QUESTI LAVORETTI LEGGERI??????? QUANDO VEDRO’ DONNE SU IMPALACATURE A METRI DI DISTANZA DA TERRA, A STACCARE SECCHI DIC ENMENTO, A SPALARE LA SABBIA A STACCARE MATTONI….ALLORA NE POSSIAMO PARLARE…..PS: MI PARE CHE NELLE GIUNTE DOVE SONO TUTTE DONNE NON SI FA NESSUNA DIFFIDA, IPOCRITE DEL CAVOLO, ANZI NON E’ SOLO IPOCRISIA MA E’ CRIMINALITA’ IN QUANTO NON SI VUOLE RISPETTARE LA COSTITUZIONE….VERGOGNATEVI!!!!!

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X