fbpx
facebook twitter rss

Presente e futuro dell’agricoltura nella Valdaso al centro della Festa della Pesca

ORTEZZANO - Uno dei frutti simbolo del territorio, la pesca della Valdaso, sarà per il quinto anno protagonista di una festa in programma domenica 9 luglio tra passeggiate, assaggi e convegni
venerdì 7 Luglio 2017 - Ore 10:39
Print Friendly, PDF & Email

La Festa della Pesca della Valdaso è fortemente voluta dalla Confederazione Italiana Agricoltori Ascoli, Fermo e Macerata, dai comuni di Ortezzano, Monte Rinaldo, dall’Ecomuseo della Valle dell’Aso, Legambiente, e Agenzia per i Servizi nel Settore Agroalimentare delle Marche. In programma ai giardinetti degli artisti nella frazione Valdaso, punta a focalizzare l’attenzione sull’importanza di un’agricoltura sostenibile anche attraverso la gestione attenta ed intelligente delle risorse naturali.

“Un modo diverso di fare agricoltura – fanno sapere dalla CIA provinciale – che permette di sostituire gli apporti agricoli come fertilizzanti e fitofarmaci ed abbassare in questo modo l’inquinamento ma anche abbattere i costi di produzione migliorando l’economia agricola”. Temi che saranno al centro del convegno, organizzato domenica 9 luglio a partire dalle 17, intitolato “La scelta delle varietà di pesca pesca per un’agricoltura sostenibile e di qualità” che si svolgerà domenica a partire dalle 17, al quale è stata invitata a partecipare, tra gli altri, l’assessore all’Agricoltura della Regione Marche Anna Casini oltre ad alcuni rappresentanti della Cia, di Legambiente, dell’Ecomuseo della Valle dell’Aso e dell’Università di Ancona.

Domenica alle 9 del mattino, partirà una passeggiata su due percorsi, uno ciclabile e l’altro pedonale, tra ambiente e archeologia alla scoperta del fiume Aso, conclusa da una visita guidata all’area archeologica di Monte Rinaldo, il santuario ellenistico romano più importante delle Marche, oggetto in questi giorni di una nuova campagna di scavi archeologici. Nel pomeriggio alle 14.30 saranno allestiti dei laboratori per bambini a cura di Legambiente.

Nel corso dell’iniziativa i visitatori potranno degustare le pesche proposte dai produttori di tutta la valle con la possibilità di votare la varietà più buona con delle schede fornite dall’Assam, che poi andranno a costituire una banca dati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X