fbpx
facebook twitter rss

Restauro del crocifisso del cimitero, il grazie di Arkeo a Giuseppe Raparo

MONTEGRANARO - Luca Craia:"Un sentito ringraziamento a Giuseppe Raparo e speriamo che faccia da apripista per altri innamorati del nostro paese che ci aiutino a farlo tornare a splendere".
sabato 8 Luglio 2017 - Ore 13:28
Print Friendly, PDF & Email


C’è un motivo sentimentale, oltre alla volontà lodevole e rimarchevole di sostenere il recupero del patrimonio
culturale montegranarese, dietro la decisione di Giuseppe Raparo di finanziare il restauro del Crocifisso del
Cimitero progettato da Arkeo. “Giuseppe – spiega Luca Craia di Arkeo  –  ricorda con grande affetto i momenti in cui, con la mamma, si recava al camposanto a far visita ai parenti defunti, e la mamma, ogni volta, si fermava nella “Cappella delle Anime Sante”, la piccola cappellina dove il Crocifisso è custodito, e proprio davanti alla statua del Cristo in croce, si inginocchiava e pregava. Una forte devozione legata alla tradizione che è rimasta nel cuore dell’imprenditore montegranarese, fondatore di Foder Italia e Montegranarese doc. Così, quando la nipote Lina Raparo, nostra attivissima e preziosissima socia, gli ha illustrato il progetto, Giuseppe non ha esitato un secondo a farsi carico dei costi. Noi di Arkeo, nel ringraziare Giuseppe, ci auguriamo che altri imprenditori montegranaresi ne seguano l’esempio. Montegranaro ha un grande patrimonio storico e artistico che va recuperato e promosso, e l’aiuto dei nostri concittadini è fondamentale. Abbiamo diversi progetti pronti per i quali stiamo cercando i fondi.
Dove possiamo interveniamo direttamente con le nostre disponibilità ma con l’aiuto dei nostri imprenditori
diventerebbe tutto più facile e potremmo restaurare gran parte dei nostri tesori. Quindi un sentito ringraziamento a Giuseppe Raparo e speriamo che faccia da apripista per altri innamorati del nostro paese che ci aiutino a farlo tornare a splendere”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X