fbpx
facebook twitter rss

Amandola, la Prima categoria
è sempre più vicina

CALCIO - Diversi i motivi federali che potrebbero elevare la selezione del presidente Simoni verso l'alto. Nell'attesa di buone nuove la società si sta muovendo in chiave mercato
domenica 9 Luglio 2017 - Ore 16:39
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente Genesio Simoni

AMANDOLA – L’ufficialità deve ancora pervenire sulle scrivanie societarie, ma tutto lascia presagire ad un imminente ripescaggio del sodalizio guidato dal presidente Genesio Simoni in Prima categoria.

L’amarezza per la sconfitta maturata all’epilogo dei playoff di Seconda contro il Petritoli, vittorioso in finale ai calci di rigore, potrebbe dunque lasciare il posto alla gioia per il risultato che a breve dovrebbe maturare sulle stanze federali.

“Siamo terzi in graduatoria dei ripescaggi, due delle realtà che ci precedono hanno la quasi matematica certezza di potercela fare – afferma Simoni -. Speriamo così del ripescaggio della Recanetese dall’Eccellenza alla D, in modo tale che parta di conseguenza una sorta di effetto domino che ci  risucchierebbe verso l’altro per approdare dunque in Prima categoria”.

Porta accessoria per l’auspicato salto anche la mancata iscrizione di altre realtà calcistiche che, aventi diritto alla disputa dei campionati, potrebbero non procedere per la stagione appena iniziata. Per i motivi legati all’ampia ricognizione effettuata, la società si sta dunque muovendo in chiave mercato per poter ben figurare in caso di esito positivo delle dinamiche a palazzo.

“In attesa di ricevere buone notizie abbiamo preso Tassi, ex Sarnano ma amandolese doc, Testa, altro ex Sarnano con il quale abbiamo chiuso la trattativa e Procaccini, di categoria ma con un anno sabbatico alle spalle. Con noi anche Alesi, portato a casa dall’Abruzzo e, dal Servigliano, ecco l’acquisto più importante: per il reparto avanzato arriva Niccolini. C’è inoltre la conferma del blocco solido della scorsa stagione – conclude il numero uno dell’Amandola – come Trasatti, Grilli, Paolini, Sciamanna e tutti gli altri che hanno composto la spina dorsale, solida ed affidabile, della Seconda appena alle spalle. Se, come ci auguriamo, sarà Prima categoria, ci stiamo già muovendo per farci trovare ovviamente pronti”.

Paolo Gaudenzi 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X