fbpx
facebook twitter rss

Falerio d’Amare, torna l’evento legato alle tradizioni della cucina e del buon vino

PORTO SANT'ELPIDIO - Milena Sebastiani: "Cerchiamo di mantenere viva l’attenzione su un vino caratteristico nostro. Crediamo di esserci riusciti, in molti ci dicono che grazie al nostro evento, il movimento intorno al Falerio è ancora vivo e redditizio”
venerdì 21 Luglio 2017 - Ore 15:58
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maikol Di Stefano

Torna per la sua XIV edizione il Falerio d’Amare a Porto Sant’Elpidio. L’evento legato alle tradizioni della cucina e del buon vino. “Ormai è entrata nel panorama cittadino dell’enogastronomia, un risultato che da ideatrice mi dà grande soddisfazione. – spiega l’assessore Milena Sebastiani – Quest’anno avremo una conferenza legata al mondo del biologico, dopo la grande crescita dei vini a metodo biologico. Dopo di che passeremo alle premiazioni. Saranno ben 26 tipologie di vini diversi della provincia di Ascoli e Fermo, abbinati a tredici attività ristorative del paese. La premiazione dei primi tre vini Falerio e primi tre Falerio Pecorino, avverrà in quel di villa Baruchello. Premiati anche i primi tre ristoranti, capace di creare il miglior abbinamento vino, piatto”.

L’evento sarà organizzato dall’assessorato al turismo, in collaborazione con l’associazione italiana A.I.S, patrocinata dalla Confcommercio Marche centrale. Non solo degustazione, ma anche confronto con gli interventi di Domenico Balducci, presidente AIS Marche, Luigi Costantini, presidente Assoenologi regione Marche il tutto coordinato dallo stesso assessore al turismo.

Presenti anche l’autorità per i saluti di rito con la presenza del sindaco Nazareno Franchellucci, il presidente delle provincia Moira Canigola, l’onorevole Paolo Petrini, il sindaco di Sant’Elpidio a Mare, Alessio Terrenzi e l’assessore al turismo della regione Marche, Moreno Pieroni. “Noi cerchiamo di mantenere viva l’attenzione su un vino caratteristico nostro. – conclude Milena Sebastiani – Crediamo di esserci riusciti, in molti ci dicono che grazie al nostro evento, il movimento intorno al Falerio è ancora vivo e redditizio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X