fbpx
facebook twitter rss

Ricordando Gino Del Zozzo e il dono della sua famiglia alla città di Fermo

EVENTI - Domenica 23 luglio alle ore 21 alle Cisterne Romane serata dal titolo "La cura per ogni cosa è l'acqua: sudore, lacrime o il mare"
venerdì 21 Luglio 2017 - Ore 15:55
Print Friendly, PDF & Email

Sarà la splendida e ineguagliabile location delle Cisterne Romane, in via degli Aceti, ad ospitare domenica 23 luglio alle ore 21 (al Centro Visite) una serata dal titolo “La cura per ogni cosa è l’acqua: sudore, lacrime o il mare”, organizzata dall’associazione Armonica-mente, presieduta da Nunzia Luciani e patrocinata dal Comune di Fermo per onorare la figura del compianto artista Gino Del Zozzo.

Artista, scultore e poeta di cui ben 15 opere (dal Pugile all’Aquilotto, dall’Alchimista al Lottatore) sono proprio ospitate permanentemente all’interno delle Cisterne dopo che la famiglia ben due anni fa le ha donate alla Città di Fermo. In legno, in calcare, in arenaria. Sono tanti i materiali cui Del Zozzo ha dato vita nella sua lunga carriera.

“E’ un grande onore, oltre che ospitare queste opere, avere questa serata di musica e cultura – ha detto l’assessore alla cultura Francesco Trasatti – per rendere omaggio a uno dei più illustri artisti fermani, personalità di spicco nel panorama artistico italiano, per il quale ringraziamo ancora la famiglia per la donazione fatta all’intera Città. Opere che, grazie anche al lavoro fatto dal prof. Nunzio Giustozzi, hanno da due anni una collocazione definitiva dopo tanta attesa e per le quali era giusto e doveroso rendere ad esse merito per la loro bellezza, per il lustro alla città, rendendole fruibili al pubblico anche in occasione di convegni, conferenze e incontri culturali che si tengono numerosi alle Cisterne ”.

Alla serata saranno presenti l’assessore e vice sindaco Francesco Trasatti ed il prof. Nunzio Giustozzi. Verrà eseguito il concerto delle soprano Stefania Donzelli e Agnese Gallenzi (Vincenzo De Blasis al pianoforte) ed il coro Vox Poetica Ensemble con musiche, fra gli altri di Strauss, Debussy, Ravel, Puccini ecc.

Parteciperanno anche la figlia dell’artista, Milvia Del Zozzo, ed il genero Michele Menduni.

“Sono molto onorata di questa serata in ricordo di mio padre – ha detto la stessa Milvia – che oltre alle opere in mostra verrà omaggiato anche con i suoi scritti, le riflessioni sulla vita e sull’arte di cui lui accompagnava le sue sculture”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X