facebook twitter rss

Del Vecchio contro le scelte dell’amministrazione Loira bis: “Se il buongiorno si vede dal mattino”

PORTO SAN GIORGIO - Del Vecchio:"Sono addirittura riusciti a interdire al traffico delle auto con disabili il lungomare. Sì, non appena c’è stata la sollevazione popolare, sono tornati sui loro passi. Ma simili errori madornali sono imperdonabili"
Print Friendly, PDF & Email

 

“Pensavamo che, con una mano sulla coscienza, il sindaco Nicola Loira dopo la rielezione si mettesse al lavoro per correggere i tanti errori commessi durante il suo primo mandato ravvedendosi e colmando le infinite lacune della sua Amministrazione. E invece no, la situazione è addirittura peggiorata, degenerata”. Inizia così la nota di Carlo Del Vecchio che punta il dito contro le nuove scelte dell’amministrazione Loira bis.

“Già dopo due Consigli comunali – scrive Del Vecchio – hanno dimostrato un’arroganza e una prepotenza inaccettabili togliendo la parola a una consigliera di opposizione, Maria Lina Vitturini, che intervenendo sulla commissione pari opportunità, ha stigmatizzato il mancato rispetto della legge Delrio. Stiamo parlando di una legge nazionale, oltretutto a firma Pd. Ma Loira, diffidato anche dalla Consigliera regionale di Parità, e Catalini se ne infischiano e non la rispettano. Ma non basta. Con l’ampliamento del cimitero altra legge non rispettata, quella che prevede la distanza minima dalle abitazioni. E qui dovremmo parlare per ore delle lacune dell’ex assessore all’urbanistica Talamonti e dell’ufficio tecnico. Vogliamo continuare sul cimitero con tutti gli escrementi di piccione sulle lapidi e sulla fatiscenza di un luogo sacro? Silvestrini, che è anche medico oltre che noto urbanista, dovrebbe sapere cos’è la salmonellosi. Perché non va a controllare? E ancora: che bella promessa elettorale l’ampliamento di viale dei Pini. I lavori sarebbero finiti a maggio, ci hanno raccontato. Siamo a fine luglio e è tutto fermo. Bel rispetto per i residenti e i commercianti della zona. Perché i lavori sono fermi? Nei giorni scorsi c’era un solo operaio al lavoro, oltretutto a rilento. Continuo: capitolo T-Red. Vi ricordate quando Loira e Vesprini ci hanno raccontato che i proventi delle sanzioni sarebbero stati destinati solo alla sicurezza stradale? Ebbene oggi 27mila euro di quel capitolo sono stati concessi alla Baldassarri per il turismo. Non basta. Sapete che fine hanno fatto i soldi stanziati per l’eventuale secondo turno elettorale: anche questi al turismo. A proposito di turismo: Notte Rosa revolution fatta in concomitanza con eventi come la Notte Fluo, il Bababoom e la Festa dello Sport a Pedaso. Insomma come un’Amministrazione, senza confronto o dialogo con i vicini, fa del tutto per trasformare una manifestazione in un flop”.

Del Vecchio aggiunge: “Stesso dicasi per la manifestazione delle auto d’epoca spostata dall’Arena Europa, dove ci sono le gradinate, a Bambinopoli. E flop è stato. Tutto questo mentre gioielli come Rocca Tiepolo restano chiusi e all’abbandono, senza un evento in programma. Questo sì che è valorizzare le ricchezze della città e fare turismo. Andiamo avanti: si fanno belli con i Waterguard, ovvero cercare di rifarsi una verginità senza affrontare e risolvere i problemi: gli allagamenti vanno risolti con idropompe e vasche di sollevamento, non avvisando gli automobilisti che i sottopassi sono allagati. Ciliegina sulla torta: sono addirittura riusciti a interdire al traffico delle auto con disabili il lungomare. Sì, non appena c’è stata la sollevazione popolare, sono tornati sui loro passi. Ma simili errori madornali sono imperdonabili. E poi Loira e Catalini ci parlano delle super convenzioni Onu ratificate. Creare disagi anche una sola volta o per poche ore ai disabili non è scusabile. Voglio anche aggiungere: perché non chiedono ai controllori delle strisce blu di dare ogni tanto anche un’occhiata a quelle bianche dove i parcheggi selvaggi dilagano? A me non resta che stigmatizzare tutto ciò e chiedere spiegazioni con interrogazioni consiliari. Ma se il buongiorno si vede dal mattino non siamo affatto messi bene”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti