facebook twitter rss

Variazione di bilancio, Agostini alla carica:
“Dai T-Red i soldi per le feste,
chi voterà un’urgenza che non c’è?”

PORTO SAN GIORGIO - Il capogruppo 100% civico: "Non ci sono soldi per fare manifestazioni estive, ossia attività di carattere corrente non straordinario e certo non imposte da alcuno, ma discrezionali"
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Agostini

Variazione di bilancio, quella che approda questa sera in consiglio comunale, passata al setaccio dal capogruppo 100% civico, Andrea Agostini. Che ora solleva le sue perplessità: “I consiglieri comunali, questa sera, sono chiamati ad assumersi personalmente la responsabilità erariale di una cattiva amministrazione”. Agostini entra nel dettaglio: “Questa sera il consiglio comunale è chiamato a ratificare una variazione di bilancio compiuta dalla giunta comunale del 7 luglio scorso, delibera 140, per finanziare manifestazioni estive nella somma di  53.527 euro. Il bilancio lo fa il consiglio comunale, pacifico, e perché la giunta intervenga come nel caso in esame sono necessarie ragioni di urgenza ben motivate.

Non ci sono soldi per fare manifestazioni estive, ossia attività di carattere corrente non straordinario e certo non imposte da alcuno, ma discrezionali, di quelle spese che si programmano serenamente per tempo quando si fa il bilancio.

Dunque nessuna urgenza e men che meno motivata, ma in bilancio non c’è un euro perché chi ha amministrato prima di questa amministrazione ha pensato bene di bruciare ogni risorsa anticipatamente alla tornata elettorale e di non organizzare nulla per l’estate, di qui l’assenza di ogni programma estivo. Accade così che l’amministratore neoeletto si trovi senza soldi e senza programmazione tanto da doversi ridurre al 31 luglio per mettere pezza ad una estate che avrà ufficialmente inizio dal primo agosto, consiglieri permettendo. Curioso che la giunta deliberi il recupero di somme per manifestazioni estive assente l’assessore al commercio, grave che non siano esplicitati gli eventi che i sangiorgesi debbano ritenere necessari alla vita della comunità, ma ancora più singolare è scoprire che i soldi per le feste si recuperano dai famigerati T-Red. La sicurezza stradale piegata a qualche concerto agostano, economie di spesa da semaforo intelligente.

Straordinario è il caldo di questi giorni ed urgente è che qualcuno stasera alzando la mano assuma su se stesso, sollevando la giunta, la responsabilità erariale di ritenere urgente e motivato quanto urgente e motivato certo non è, altrimenti i conti chi li paga?”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti