facebook twitter rss

Porto Sant’Elpidio rinuncia a 470.000 euro:
andranno a Montefortino

PORTO SANT'ELPIDIO -Il Comune con mail del 12 luglio ha devoluto 470.000 euro dell’importo richiesto per l’opera denominata ‘ex granai di Villa Murri’ a favore del finanziamento del Polo museale del Palazzo Leopardi del Comune di Montefortino
Print Friendly, PDF & Email

 

di M.M.

Porto Sant’Elpidio “regala” mezzo milione di euro a Montefortino. E’ questa la novità più significativa che emerge dal piano opere pubbliche per la ricostruzione post sisma reso noto ieri dalla regione Marche. Sfiora i 128 milioni la somma che il governo regionale ha previsto per intervenire nelle zone terremotate, per un totale di 100 opere, 80 dentro il cratere e 20 fuori. In questo quadro il Fermano raccoglie 31 milioni di euro per la realizzazione di 25 opere. La voce più corposa è quella per l’ospedale di Amandola, che avrà 13 milioni. Fin qui la concretizzazione di ciò che era già stato annunciato il mese scorso. Il piano ha previsto però alcune correzioni e tra queste spicca la riduzione delle somme per la sistemazione degli ex granai di Vila Murri adibiti ad uffici comunali di Porto Sant’Elpidio. Alla città rivierasca erano stati inizialmente assegnati poco più di 1,3 milioni. Una voce che aveva destato non poche perplessità e malumori, in particolare nell’area montana, per un finanziamento così corposo a distanza considerevole dal cuore delle zone terremotate.
Di quella somma sono rimasti ora 850.000 euro. In una nota al piano delle opere, la Regione specifica che “il comune di Porto Sant’Elpidio, con e-mail del 12 luglio 2017 ha devoluto 470.000 euro dell’importo richiesto per l’opera denominata ‘ex granai di Villa Murri’ a favore del finanziamento del Polo museale del Palazzo Leopardi di proprietà del comune di Montefortino”. Un gesto significativo e di buon senso per andare incontro ad aree che indubbiamente hanno subito danni più considerevoli di quelli registrati nella fascia costiera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti