facebook twitter rss

Polenta, braciole, salsicce e fondi per la Croce Verde: a Montefiore la Maialata è solidale

EVENTI - Ventunesima edizione al via da martedì 15 agosto con tanti eventi collaterali a partire dai concerti in Piazza della Repubblica
Print Friendly, PDF & Email

 

Da martedì 15 agosto Montefiore dell’Aso ospiterà la 21ma edizione della Maialata in Piazza, organizzata dall’Associazione omonima, i cui proventi saranno devoluti in beneficenza alla Croce Verde di Montefiore-Massignano-Campofilone. Negli anni la sagra ha visto una crescita esponenziale in interesse, numeri, visitatori, attestati di stima. I motivi? Ottimo cibo, giusto prezzo, fantastica accoglienza, clima festoso ed organizzazione impeccabile.

Il menù si ripete identico ogni anno, dalla prima edizione (apertura stand ore 18). Il piatto di punta, preparato con maestria dallo chef Giancarlo, è la polenta, bianca o rossa, oppure metà bianca e metà rossa, servita sulla tradizionale tavoletta di legno. A seguire braciole, costine, salsicce alla brace, patatine, pizzette fritte, frutta ed altre specialità locali innaffiate dall’ottimo vino delle nostre colline.

Numerose anche le iniziative collaterali alla sagra, dal mercatino lungo borgo Giordano Bruno alla musica dal vivo.

Il programma di martedì 15 agosto vede protagonista dalle 21,30 in Piazza della Repubblica l’esibizione dei “Randerchitte”. Divulgare l’uso dell’organetto come strumento popolare per eccellenza della loro terra è l’obiettivo del gruppo, nato da un’idea di sei giovani di Piattoni (Castel di Lama), amanti del proprio territorio (i colli Piceni della Vallata del Tronto), dell’organetto a due bassi (come strumento di musica popolare e di tradizione) e del saltarello (utilizzato come colonna sonora nelle feste di piazza e feste di paese…).

Dopo il 2008 si costituiscono anche come Associazione Culturale impegnato nel valorizzare le peculiarità della tradizione agreste della loro zona attraverso la musica e il folclore.

La maggior parte delle canzoni che interpretano venivano cantate dai loro nonni, alcune sono canti popolari italiani, alcuni sono nati proprio nei loro paesi. Altri invece sono canti dialettali inediti scritti da loro, musicati con strumenti popolari che in qualche modo descrivono delle particolarità legate al territorio piceno.

Mercoledì 16 agosto, invece, alle 21,30 in piazza della Repubblica si terrà il concerto della band “Oulet live music”. Grazie al vasto repertorio il gruppo riesce a coinvolgere un pubblico di tutte le età. Dai grandi successi Italiani/Stranieri anni ’70/’80/’90, riprodotti nelle versioni più particolari, al famigerato Rock’n’Roll degli anni ’50, tutto rigorosamente dal vivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti