fbpx
facebook twitter rss

Si tuffano per salvare il figlio,
moglie e marito restano
in balia delle onde

FERMO - Moglie e marito si sono salvati aggrappandosi a un salvagente gettato da un loro conoscente. In mare e sulla spiaggia la Capitaneria di porto e la protezione civile
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Attimi di paura questa mattina al largo della costa fermana. Una coppia di bagnanti, infatti, a causa delle onde e del mare mosso, questamattina, intorno alle 12,45, ha rischiato di annegare al largo di Lido San Tommaso. Tutto è partito dal bagno in mare del figlio della coppia di villeggianti. Il ragazzino, infatti, dopo essere entrato in acqua, a causa del mare mosso, è andato in difficoltà a diversi metri dalla riva. Visto il figlio in balia delle onde, padre e madre non hanno esitato un istante a gettarsi in acqua per salvare il ragazzino che,però, nel frattempo, era riuscito a raggiungere la riva da solo.

Il comandante Ciro Petrunelli

A quel punto i problemi maggiori si sono presentati per la coppia. Moglie e marito, infatti, non riuscendo a tornare a riva, sono stati costretti ad aggrapparsi a uno scoglio. Fortunatamente per loro, dalla spiaggia, è partito l’sos. E così la macchina dei soccorsi si è mobilitata sia da mare che da terra. In acqua la motovedetta della capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto e il gommone Picchio mare della protezione civile, a terra i militari del Circomare di Porto San Giorgio, con in testa il comandante Ciro Petrunelli a coordinare i soccorsi. Fortunatamente un conoscente della coppia, visti moglie e marito in seria difficoltà, li ha raggiunti e ha lanciato loro un salvagente grazie al quale i due sono stati trascinati fin sulla riva per un episodio che, alla fine, si è concluso con un sospiro di sollievo per tutti.

Lo scoglio su cui si è aggrappata la coppia

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X