facebook twitter rss

Arriva il Mondiale Rotary, la 33esima
edizione si terrà al Villaggio dello Sport

CICLISMO - Il World Championship Fellowship Cycling To Serve quest'anno è in programma presso il centro sportivo La Croce di Montegranaro. Il responsabile dell'organizzazione Greci: "Evento con finalità sociali, raccoglieremo fondi per le zone terremotate". La tre giorni sulle due ruote è volta anche a finanziare il progetto del distretto rotariano denominato Fenice
Print Friendly, PDF & Email

La giunta comunale di Montegranaro con i principali organizzatori del mondiale di ciclismo rotariano

MONTEGRANARO – Si inizierà con la cerimonia di apertura fissata per venerdì 8 per poi proseguire sino al pranzo post cicloturistica di domenica 10. Ecco dunque la tre giorni di ciclismo senior organizzata dal locale Rotary Club e mosso con lo spirito del “to serve”, vale a dire aiutare, servire, con i fondi raccolti all’uopo che saranno veicolati, per l’edizione corrente, a sostenere progetti legati alla ripartenza delle aree terremotate.

Il conto alla rovescia è dunque partito, non resta che aspettare il week end per godere dello spettacolo sulle due ruote che prenderà corpo al Villaggio dello Sport veregrense, precisamente nell’anello che ingloba il campo di calcio ed il diamante di baseball sino alle zone adiacenti. 

Il tutto è stato presentato nell’apposita conferenza che si è tenuta nella tarda mattinata odierna all’interno del Municipio di Montegranaro, dove gli organizzatori Nazzareno Gismondi, Giacomo e Dalmazio Greci nonché Silvano Sassetti sono stati ricevuti ed ospitati dalla giunta civica.

Il sindaco Ediana Mancini con addosso il foular celebrativo della 33esima edizione del mondiale di ciclismo rotariano

“Con passione ed entusiasmo ecco concretizzarsi l’impegno degli amici della famiglia Greci palesato già nei mesi scorsi – l’introduzione del sindaco Ediana Mancini -. Si tratta di un evento non di poco conto, che da lustro non indifferente alla città. Per questo motivo l’amministrazione è vicina all’organizzazione, dal punto di vista logistico con le dovute manutenzioni dell’area di gara e con un contributo concreto in termini di risorse finanziarie”.

Al centro il vice sindaco Endrio Ubaldi, alla sua sinistra l’assessore alla Cultura, Giacomo Beverati

“C’è molta considerazione per questo appuntamento – gli fa eco il vicesindaco ed assessore allo sport Endrio Ubaldi -, il ciclismo a Montegranaro non è secondario a nessun’altra disciplina, vedi il nome di Michele Gismondi, incastonato nella nostra storia dello sport. Le squadre cittadine delle due ruote hanno da sempre raggiunto risultati di prestigio. Questa è inoltre una nuova occasione per attirare l’attenzione sul nostro territorio, dopo le recenti ottime manifestazioni sportive organizzate dal softball montegranarese”.

Arriva così il nutrito intervento di Giacomo Greci, presidente del comitato organizzatore. “Il trentatreesimo mondiale di ciclismo rotariano accomuna un gruppo  di persone che condividono la stessa passione. Eccoci per la quarta volta in Italia, Urbino ha ospitato l’evento nel 2000, poi nel 2006 e 2007 si è scelta di nuovo la Penisola ed ora siamo di nuovo qui, in Patria. Apriremo con la cerimonia di venerdì 8, alle 18.00, con momenti musicali che faranno da colonna sonora alla sfilata di ogni singolo ciclista. Il mattino seguente, alle 9.00, al via la vera e propria sfida, fino alle 14.30 circa, suddivisa in 4 categorie. Donne ed over 65 saranno accomunati. Cena di gala prevista alle 20.00, poi ci sarà la consegna dei premi in denaro al vincitore che, come nostra regola, dovrà veicolarli al relativo club di appartenenza per potenziare nel concreto i progetti mirati già identificati. Domenica si svolgerà infine la cicloturistica, una sgambata tra amici prima dei saluti, Attenderemo circa 90 ciclisti tra italiani e stranieri, divisi in egual numero, con accompagnatori ed amici al seguito arriveremo a contare circa 200 persone, con la grande maggioranza, in questo caso, proveniente fuori dai confini nazionali”.

Il presidente del comitato organizzatore, Giacomo Greci, mostra il gadget ufficiale della tre giorni di ciclismo

“Al centro del nostro agire c’è il Progetto Fenice – ha proseguito Greci -, idea che sta molto a cuore al Distretto 90 del Rotary, cioè il nostro, mosso in favore delle popolazioni terremotate. Porterà alla costruzione di una banda larga per quelle aree che necessitano di un volano per la ripartenza economica. Tornando all’agonismo, analizziamo il circuito di gara, inserito presso tutto il Villaggio dello Sport, a partire dall’anello del campo da calcio, per costeggiare il diamante di baseball, poi via sulla strada brecciata per avere un percorso misto. Proseguiremo sull’area posta sopra al campo sportivo prima di scendere in via Fausto Coppi, a chiudere il cerchio. Un percorso non semplice, definito tecnico dagli addetti ai lavori. Ecco infine il gadget ufficiale della competizione, un foular in acquerello con il logo istituzionale della città corredato da altri simboli di Montegranaro”.

Altri gadeget del Rotary Club

Silvano Sassetti, presidente del locale Rotary Club, ha aggiunto: “Non posso non ringraziare chi si sta spendendo per la buona riuscita della manifestazione, mi auguro che ci sia la massima partecipazione di tutti. L’impegno del club e della famiglia Greci non è stato affatto indifferente, speriamo in un meteo clemente che possa agevolare l’aspetto non solo agonistico, ma anche e soprattutto il turistico della tre giorni”.

La brochure illustrativa della manifestazione

Nazzareno Gismondi, discendente del noto gregario di Fausto Coppi nei decenni andati, ha contribuito all’illustrazione mattutina per quanto segue: “Partiamo dalla candidatura presentata in Lussemburgo, vantando la storia, le radici di Michele Gismondi e la sua l’amicizia con Fausto Coppi. Al comitato che doveva attribuire l’organizzazione per il 2017 abbiamo spiegato tutto in un filmato che ha decretato il loro ok all’unanimità. Montegranaro pare sia una piccola cosa, ma si difende alla grande in circostanze come queste“.

“Abbiamo ponderato un numero pari a 200 persone che verranno appositamente in loco, mossi per la circostanza che in origine è sportiva, ma a conti fatti sarà invece anche l’occasione per far visitare agli stessi i nostri tesori artistici – commenta Giacomo Beverati, assessore alla Cultura -, faremo uscite per valorizzare così anche gli aspetti di interesse storico della città, e perché no, persino i lati commerciali con i nostri brand locali”.

“In merito alla raccolta fondi – ha spiegato ritornando sul tema Greci -, c’è già una cifra di iscrizione che si andrà a creare alla base, una quota pagata da ogni singolo concorrente, che andrà a contribuire al montepremi che verrà utilizzato per i nostri progetti, soprattutto il Fenice, a cui verranno ovviamente veicolati anche gli sponsor della manifestazione ed i proventi derivanti da altre attività”.

“Individuati all’interno del progetto stesso il distretto Marche,Umbria, Marche e Molise – ha precisato invece Dalmazio Greci -, facendo anche leva sugli imprenditori a noi vicini, abbiamo dunque deciso di focalizzare gli sforzi progettuali sulla banda larga da implementare quanto prima a vantaggio dell’e-commerce delle aree a noi vicine, vittima del terribile terremoto dei mesi scorsi”.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery

Al centro Nazzareno Gismondi, all’estrema sinistra Dalmazio Greci

Giacomo Greci durante la sua illustrazione

Un altro momento della conferenza mattutina, all’estrema sinistra il presidente del circolo locale del Rotary Club, Silvano Sassetti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X