facebook twitter rss

Al Villaggio dello Sport è
salito il sipario sul
33esimo Mondiale Rotariano

CICLISMO - Ieri sera, all'interno dello stadio La Croce di Montegranaro, tolti i veli all'appuntamento iridato delle due ruote della celebre associazione mossa dal "to serve" nei confronti del prossimo. Destinatari dell'atto benefico della circostanza, i territori colpiti dal sisma, bersaglio del progetto Fenice, volto a ripristinare nelle aree le strutture per le telecomunicazioni via web
Print Friendly, PDF & Email

Istituzioni civiche locali ed i vertici del Rotary

MONTEGRANARO – “Siamo pressoché stanchi, ma soddisfatti per l’impegno messo in campo da tutti i soggetti chiamati all’organizzazione”. Esordisce così Giacomo Greci, presidente del comitato organizzatore del Mondiale Rotariano di Ciclismo, evento che fino a domenica sera monopolizzerà l’area del Villaggio dello Sport presso il quartiere La Croce ( leggi la nostra presentazione ).

Oltre 60 corridori provenienti dal Belgio, Lussemburgo, Francia, Germania e naturalmente l’Italia si sfideranno con il doppio scopo: quello sportivo ma anche e soprattutto sociale, volto cioè a raccogliere fondi per il progetto Fenice, un piano mirato a ricostruire l’impiantistica della comunicazioni web nelle aree colpite dal recente terremoto. 

“C’è molta partecipazione, di atleti ed accompagnatori – ha proseguito nella presentazione avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri Greci -, tutti hanno apprezzato la difficoltà tecnica del percorso tracciato per il Mondiale, soprattutto – sorride – hanno già apprezzato la bontà della nostra cucina locale. Fatta la presentazione, ci appresteremo così a vivere le corse, in questa location…la migliore che potevamo identificare per l’appuntamento”.

“Si tratta di un grande evento, organizzato in maniera impeccabile – gli fa eco il sindaco Ediana Mancini -, mi fa piacere la presenza di moltissime associazioni cittadine oltre, ovviamente, alla partecipazione di tante cariche rotariane venute da lontano. Si tratta ancora una volta di un momento in cui Montegranaro e le zone limitrofe saranno oggetto di visita di gente arrivata da noi con motivazioni sportive, ma che approfitteranno anche per fare turismo nella nostra terra”.

“Complimenti ai vertici nazionali ed internazionali del Rotary – prosegue Endrio Ubaldi, assessore allo sport – ci fa piacere ospitare questo gran numero di partecipanti, è la prova, ancora una volta, che il ciclismo è di casa a Montegranaro, nel presente e nel passato, oltre ovviamente a tante altre discipline sportive che possono vantare risultati di indubbia qualità”.

E poi ecco la parola presa dal presidente del Distretto 2090, inglobante ben 4 regioni: Marche, Abruzzo, Umbria e Molise, l’imprenditore calzaturiero Silvano Sassetti. “Si tratta di una bella festa, non solo di sport – l’esordio nei pressi del palco sito al campo sportivo La Croce -. Nella mia azienda, in giornata, molti rotariani hanno avuto modo di vedere da vicino il procedimento di costruzione di una calzatura, ammirando così uno spaccato del cuore pulsante di Montegranaro. Oltre poi al fattore lampante della sfida su due ruote – ha proseguito Sassetti – non dimentichiamoci dell’impengo rotariano del progetto Fenice, e non da meno degli screening, gratis, che facciamo nelle scuole alla carotide e alla tiroide, volti a prevenire problemi futuri alla crescita dei ragazzi”.

Da ultimo, il saluto del presidente della Camera di Commercio, Graziano Di Battista. “Ancora una volta lo sport fa da traino, funge da veicolo promozionale per la nostra realtà e le nostre aziende. I ciclisti e gli accompagnatori che sono venuti dall’estero avranno quindi modo di toccare con mano il concetto di Made in Italy, visitando o meglio ancora acquistando i nostri brand locali e di qualità. Non da ultimo un sincero riconoscimento al Rotary per la sensibilità dimostrata nell’allestimento del progetto Fenice“.

Sotto poi con la sfilata dei corridori, preceduta dalla musica della banda Omero Ruggeri di Montegranaro e della suggestiva scenografia allestita dai tamburini e dagli sbandieratori della Contesa del Secchio. Giro di campo anche per moltissime associazioni cittadine. Prima del rompete le righe, la cena sociale ed i saluti con appuntamento fissato per la mattinata corrente, momento in cui prenderanno corpo le prime gare su pista.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery

Suggestiva immagine del pallone aerostatico del Rotary

Il vice sindaco ed assessore allo sport Endrio Ubaldi, il primo cittadino Ediana Mancini ed il governatore del distretto 2090, Valerio Borzacchini

Graziano Di Battista, presidente della Camera di Commercio e l’omologo del distretto 2900 del Rotary, Silvano Sassetti

Le associazioni civiche invitate alla cerimonia. In partenza per la passerella la locale Protezione Civile

La Croce Gialla di Montegranaro

Il palco della presentazione, prospettiva dalla gradinata dello stadio La Croce

Sul telo che funge da sfondo, i credits della manifestazione

Il presidente del comitato organizzatore, Giacomo Greci

I tamburini della Contesa del Secchio di Sant’Elpidio a Mare

Gli sbandieratori della stessa Contesa

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X