facebook twitter rss

Il Gioco del Barone
si tinge di ‘Rosso Amarone’

SANT'ELPIDIO A MARE - E' piaciuta la formula del torneo, che ha visto impegnate ben 16 squadre, con un mix tra giocatori in attività, vecchie glorie e giovanissimi
Print Friendly, PDF & Email

Il Gioco del Barone si tinge di “Rosso Amarone”. E’ stata una delle quattro squadre della Nobile contrada San Giovanni, ieri sera, ad aggiudicarsi il primo torneo della Contesa del Secchio, in una traboccante piazza Matteotti. La formazione guidata da Giorgio Silenzi (capitano e bandiera anche della San Giovanni che ha disputato l’ultima Contesa il 13 agosto), dopo essersi qualificata da seconda nel suo girone martedì sera, ha superato tutte le avversarie fino ad aggiudicarsi il titolo. Insieme a Silenzi, in campo Stefano Delle Monache, Enrico Pacini, Gianluca Mattiozzi, Edoardo Corvaro, Mirco Moretti, Riccardo Moretti e Giorgio Martufi.
Pubblico delle grandi occasioni, quello che ha gremito la piazza centrale di Sant’Elpidio a Mare, per una manifestazione che ha confermato l’attaccamento degli elpidiensi per il gioco del pozzo. E’ piaciuta la formula del torneo, che ha visto impegnate ben 16 squadre, con un mix tra giocatori in attività, vecchie glorie e giovanissimi. E’ stata l’occasione per rivedere in campo diversi grandi ex, alcuni dei quali hanno dimostrato di essere ancora competitivi e in grande spolvero malgrado il passare del tempo. E’ il caso di Alessandro Nasini della squadra deggli Scorpioni, per i gialli di Sant’Elpidio, premiato come miglior giocatore della manifestazione. Davvero bravi anche alcuni under 18, già pronti a scrivere le pagine future della Contesa. Su tutti il quindicenne Riccardo Moretti della squadra vincitrice, talento puro e freddezza da veterano.

Tiratissime le sfide della serata. Ad aprire i due derby tra squadre della San Giovanni e della Santa Maria. Nella prima, netto successo di Rosso Amarone sui Diavoli Rossi, altrettanto nitida la vittoria della Cantina Azzurra sulla Pupa Azzurra. Equilibrati gli altri due quarti di finale, che hanno visto avanzare gli Scorpioni di Sant’Elpidio contro Red Hot San Giovanni e i Verdi a prescindere di San Martino sui gialli de La Caravella. Al cardiopalma il duello in semifinale tra San Giovanni e Santa Maria, chiuso con un raro pareggio, 65-65. Nel rematch di spareggio, Rosso Amarone nettamente avanti con 79-48. Nell’altra metà del tabellone, successo dei Verdi a prescindere 68-44 sugli Scorpioni. Così la finalissima è stata un duello tra San Giovanni e San Martino. Le due squadre si erano già incontrate nel girone, ma nella sfida decisiva il risultato è stato opposto a quello di martedì. Partita punto a punto fino alla metà inoltrata, poi l’allungo di Rosso Amarone, che ha guadagnato alcuni pozzi di vantaggio conservandoli fino al termine, chiudendo 68-53.

Al termine, premiazione sul palco, della squadra trionfatrice insieme alla presidente ed al priore di San Giovanni, Maide Bracciotti e Romano Moretti. La San Giovanni, avendo qualificato tre squadre su quattro alle fasi finali, è stata anche premiata come miglior contrada. Ai trionfatori in premio una collana su cui verrà inciso il nome della formazione che si è aggiudicata il torneo. Il Gioco del Barone, dopo un successo oltre ogni attesa, si candida a diventare un appuntamento fisso dei prossimi anni, ma verrà probabilmente spostato a giugno.

M.M.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X