fbpx
facebook twitter rss

Montegiorgio corsaro a Grottammare,
per un inizio di stagione da 3 punti

ECCELLENZA - Grazie alla rete di Albanesi, capitalizzata alla mezz'ora del primo tempo, la compagine rossoblù bagna l'esordio di campionato con il blitz messo a segno al "Pirani"
Print Friendly, PDF & Email

Un’immagine di repertorio con il Montegiorgio al lavoro

GROTTAMMARE (AP) – Esordio avvenuto nel migliore dei modi per la nuova avventura in Eccellenza del rinnovato Montegiorgio. Grazie alla firma di Albanesi, maturata alla mezz’ora di gioco del primo tempo, la formazione guidata da mister Massimo Paci e dal vice Andrea Del Gatto espugna il “Filippo Pirani“, mettendo così a segno una tonica impresa corsara. E’ solo l’atto primo del torneo ma, come recita la massima, “chi ben comincia….”

IL TABELLINO

GROTTAMMARE 0 (4-3-3): Beni; Orsini (26′ st Massi), Di Antonio, Carminucci, Valentini; Traini, Cameli (19′ st Vallorani), Ioele (37′ st Paregiani); Iovannisci, Ludovisi (19′ st De Panicis), D’Angelo. A disposizione: Pirozzi, Belleggia, Avellino. All. Manolo Manoni

MONTEGIORGIO 1 (4-4-2): Verdicchio; Donnari, Passalacqua, Marini, Ruggeri; Zancocchia, Albanesi (31′ st Sulpizi), Omiccioli, Polini; Sbarbati (47′ st Silenzi), Adami. A disposizione: Monachesi, Falanga, Hihi, Di Nicolò, Di Ruscio. All. Massimo Paci

ARBITRO: Castelli di Ascoli Piceno (Galieni e Principi)

RETE: 30′ pt Albanesi

NOTE: Ammoniti D’Angelo e Di Antonio, angoli 4 – 4, recupero 0′ + 4′, spettatori 100 circa

LA CRONACA

Ad iniziare meglio, però, i locali di Manoni. Iovannisci (recente mattatore di Coppa contro il Porto Sant’Elpidio) batteva un angolo sul quale usciva a vuoto l’estremo Verdicchio, ma Valentini non capitalizzava, spedendo sul fondo a porta praticamente spalancata. Replicava lo stesso Iovannisci, a cercar gloria e secondo palo su calcio di punizione, ma la traiettoria finiva alta. Subito dopo ecco la reazione fermana. Sbarbati recuperava la sfera sparando di girata in porta, Beni si guadagnava il pane di giornata deviando in angolo. Il collega opposto Verdicchio rispondeva a distanza, negando la rete a Traini ben servito al centro al termine della fuga sulla fascia di Ioele.

Sul capovolgimento di fronte, la rete da tre punti. Nuovo corner rivierasco, mischia in area montegiorgese, shoot di D’Angelo paradossalmente ad innescare il contropiede della Paci’s band. La fuga di Albanesi veniva così intercettata dal recupero di Orsini, ma nel tentativo di stoppare la trama avversa, il difensore biancoazzurro toccava in retropassaggio, corto, per Beni. Lo stesso Albanesi era dunque lesto a ritornare sul cuoio per depositare oltre la linea fatidica.

L’inizio di ripresa era nell’inerziale segno rossoblù. Sbarbati veniva servito da Polini, ma la girata dell’ex Folgore Veregra, Biagio Nazzaro e Castelfidardo finiva oltre la trasversale. Manoni suonava la carica, Valentini macinava campo sul lato mancino, Iovannisci, ancora lui, si allungava sull’invito in scivolata senza però trovare il bersaglio. Effervescente fase di match con emozioni verso ambo le porte. Era infatti solo il 9′ quando Adami stimolava la nuova parata di Beni, e passavano appena quattro primi alla risposta a distanza di Verdicchio, sul colpo di testa di Ludovisi servito dal cross di Cameli. Alla mezz’ora, periodo temporale dati alla mano per ora particolarmente fertile alle dinamiche della squadra di Paci, l’occasione del potenziale raddoppio: punizione calciata da Albanesi e palla sui piedi di Adami che, sottomisura, sparava clamorosamente sopra la traversa. In coda alla sfida Adami provava a farsi perdonare servendo il collega di reparto Sbarbati, ma la trama era letta e sterilizzata da Valentini. Sugli sgoccioli di match, incrocio dei pali centrato da un pimpante Adami, scattato tra le proteste locali che invocavano il fuorigioco.

Paolo Gaudenzi

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X