fbpx
facebook twitter rss

Dal fare impresa alla maternità,
‘Non a Voce Sola’ e la potenza
delle donne

INCONTRI - Una settimana densa di appuntamenti è quella della fortunata Rassegna Non a Voce Sola. Ben tre appuntamenti in tre città differenti, in tre province diverse con un nutrito gruppo di ospiti prestigiosi di rilevanza nazionale. A Montegranaro, il 22 settembre, Lucia Tancredi e Marina Terragni parleranno di 'Temporary mother'
Print Friendly, PDF & Email

Marina Terragni

“La rassegna, che è alla sua ottava edizione e che ogni anno dal sud al nord delle Marche propone incontri originali e preziosi all’insegna del pensiero femminile – comunicano dall’organizzazione – inizierà il suo percorso settimanale con una tappa nella città di Ancona, nella splendida villa a pianta esagonale che è sede della scuola di impresa Istao. L’incontro è previsto per le 18, Villa Favorita, e ad aprire i lavori sarà il presidente dell’illustre istituzione: Pietro Marcolini. Le due protagoniste dell’appuntamento saranno le manager e imprenditrici Luciana Delle Donne e Laura Pomponi. Le ospiti, pur nelle loro differenti storie, rappresentano il genio imprenditoriale italiano al femminile e il titolo del loro intervento fra presupporre un appuntamento all’insegna della passione e del coraggio (la conferenza ha come titolo: Passione, forme, colori. Il filo rosso che unisce la storia di due donne coraggiose ). L’incontro infatti verterà sul filo rosso che unisce l’esperienza vissuta dalle due donne nel panorama nazionale e internazionale, ma sarà anche una interrogazione sul significato del fare impresa e sulla novità o discontinuità della governance al femminile. Il tema del secondo appuntamento si discosta in maniera netta dal mondo dell’impresa, a Montegranaro, venerdì 22 settembre, Officina delle Arti, ore 21.15, Lucia Tancredi e Marina Terragni affronteranno una delle questioni più dibattute e controverse degli ultimi anni: la maternità surrogata o utero in affitto. L’occasione è offerta dalla presentazione dell’ultimo libro di Marina Terragni titolato ‘Temporary mother’. La scrittrice affronta l’argomento nel contesto più ampio dell’integrità fisica e psicologica della donna, del rapporto della donna con il suo corpo e di come il corpo della donna sia spesso ostaggio della storia e simbolo di ogni conflitto. Tanti gli interrogativi aperti non ultimo quello sui limiti della libertà individuale.
Ed infine sabato 23 settembre, alle 18, al teatro Comunale di Loreto saranno Barbara Alberti e Viola di Grado a concludere gli appuntamenti settimanali di Non a Voce Sola con due interventi dedicati alla potenza del femminile. Viola di Grado discetterà sulla potenza della parola, mentre l’eretica Barbara Alberti parlerà di potenza incarnata nel femminile e nel maschile con due figure di Santi: Santa Chiara e San Francesco. Due vite esemplari per coraggio e forza, ambedue tesi alla realizzazione di un progetto, di una vocazione, di un destino da loro scelto contro tutto e tutti. Nella città marchigiana sacra per eccellenza si conclude il cammino settimanale di Non a Voce Sola, sarà stata una scelta casuale o simbolica? Non è dato sapere, quello che invece è certo è che gli appuntamenti sono di sicuro interesse e tutti con ingresso libero e gratuito”.

Viola Di Grado

Barbara Alberti

Barbara Alberti e Oriana Salvucci


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X