facebook twitter rss

La vittoria della Fermana come regalo di
compleanno per Valentini e due tifosi

SERIE C - Il trionfo in terza serie mancava ai canarini dal 5 febbraio 2006, cioè da undici anni e mezzo. Il primo successo nella nuova Serie C è frutto di volontà, spirito e agonismo, stessa musica di un anno fa. Il lontano legame tra Fermo e la vecchia Mestrina che con Matè vinse un campionato
Print Friendly, PDF & Email

5 febbrao 2006, ultima partita vinta in terza serie prima di quella odierna, Gol di Pirro

FERMO – Fermana 1 – Pizzighettone 0, gol di Ranieri Pirro, fu l’ultimo successo in campionato in C1 nel 2006 per i canarini. Due sole vittorie in quell’ultima sfortunata stagione tra i prof, l’altra contro il Lumezzane.

Dal passato al presente: il bomber della giornata di ieri, Sansovini

Invece, andando altri dieci anni a ritroso, nel primo campionato di C1 disputato nel 1996 dopo tantissimi anni di assenza dalla terza serie, la Fermana bagnò l’esordio subito con una vittoria, al “Flaminio” di Roma per 1 – 2. La prima vittoria al “Recchioni” fu contro la Nocerina (2 – 0, reti di Matticari e Perrone), alla quarta di campionato, proprio come oggi.

Gli altri giocano, la Fermana vince – Tornando all’attualità, contro il Mestre, formazione di qualità (la migliore vista finora), è stata la vittoria della volontà, dell’agonismo, dell’unità del gruppo.

Dopo il timido avvio di stagione contro il Ravenna, nelle tre partite seguenti (prima mezz’ora contro la Samb, nell’ultima mezz’ora a Bolzano e ieri per tutto il match) i tifosi hanno rivisto la Fermana dello scorso campionato che lotta su ogni pallone e alla fine, in un modo o nell’altro, anche con un episodio fortunato (come il rigore di Maurizi e Sansovini) riesce a battere anche formazioni più quotate. Se il gol lo cerchi davvero con caparbietà, alla fine arriva. Mister Destro sta iniziando a plasmare anche questo gruppo di giocatori, nuovo a metà, come quello della scorsa stagione.

1948 a San Siro: Elvio Matè (a destra) e il capitano dell’Inter

Mestre e Fermo – Il Mestre non deve arrabbiarsi se ha perso a Fermo pur senza meritarlo, perché invece Fermo molto ha dato ai colori arancioneri. Cosa può essere vi chiederete?

Nel 1974/74 la Mestrina (così si chiamava) vinse il campionato di D e fu promossa in C con allenatore il fermano più famoso nel mondo del pallone: Elvio Matè, ex calciatore di Fermana e Padova e poi mister in Serie A al fianco del leggendario Nereo Rocco. Anche se le due squadre prima di oggi non si erano mai incontrate, un punto di contatto c’era.

Valentini

Regali di compleanno – La vittoria di ieri è stata il miglior regalo di compleanno per il portiere gialloblù Mattia Valentini, che proprio sabato ha compiuto 20 anni. Valentini ha contribuito a farselo da solo anche con le sue parate che hanno impedito il gol del Mestre in un paio di circostanze.

Chi invece lo ha solo ricevuto (e festeggiato proprio domenica) sono due tifosi: uno di lungo corso, Andrea Turtù, che tifa Fermana da oltre 40 anni, e oggi collabora con la società e Marco Capancioni, lui più giovane, fotografo professionista che ha immortalato tante volte le imprese dei canarini. Auguri a tutti !

Paolo Bartolomei

A sinistra Marco Capancioni, a destra Andrea Turtù in una foto di trent’anni fa


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X