facebook twitter rss

“Ma quali motivi personali! Ricorso al Tar
atto dovuto con una normativa disattesa”
la replica di Tomassini a Terrenzi

SANT'ELPIDIO A MARE - Il consigliere Monia Tomassini, firmataria del ricorso al Tar sulle quote rosa: "Il sindaco dice di interessarsi dei problemi degli elpidiensi. Ci mancherebbe che non lo facesse, è il suo ruolo. Ma il suo ruolo, dato che è un rappresentante delle istituzioni, dovrebbe essere anche quello di rispettare sempre la legge"
Print Friendly, PDF & Email

Monia Tomassini

“Il ricorso al Tar Marche è stato un atto dovuto di fronte ad una normativa palesemente disattesa. Di personale contro il sindaco non c’è proprio niente”. E’ la puntualizzazione di Monia Tomassini, consigliere comunale dei Democratici e Popolari e firmataria, insieme alla coordinatrice di lista Cristiana Tosoni, del ricorso alla giustizia amministrativa contro la giunta Terrenzi a Sant’Elpidio a Mare, per il mancato rispetto della legge Delrio sulla parità di genere (leggi l’articolo)”. E’ stato lo stesso sindaco, ricevuta la notifica del provvedimento, a darne notizia lanciando una dura accusa verso gli ex alleati. Un attacco da cui si difende il gruppo di opposizione. “Sono stata la prima a sollevare la questione al Consiglio comunale di insediamento a fine giugno, dato che la giunta era stata da poco nominata ed era palese il non rispetto dell’equilibrio di genere – ricorda Tomassini, che con Terrenzi è stata assessore nel primo mandato, per poi rassegnare le dimissioni – sul caso c’è stata anche la diffida presentata dalle consigliere di parità della regione Marche. Abbiamo dato tempo al sindaco per mettersi in regola, ma a questo punto abbiamo ritenuto doveroso interessare il Tar. A depositare il ricorso è stato l’avvocato Andrea Agostini”. La consigliera Tomassini ribatte all’attacco del primo cittadino. “Il sindaco dice di interessarsi dei problemi degli elpidiensi. Ci mancherebbe che non lo facesse, è il suo ruolo. Ma il suo ruolo, dato che è un rappresentante delle istituzioni, dovrebbe essere anche quello di rispettare sempre la legge. Chiediamo soltanto questo. Anche a noi stanno a cuore i problemi dei cittadini, ricorrere al Tar per chiedere che venga ripristinata la legalità non significa certo disinteressarsi di altre questioni. Terrenzi in questi mesi si è difeso dicendo che tanti altri enti sono nella stessa situazione, ma il fatto che altri sindaci non rispettino la legge non fa certo giurisprudenza”.

M.M.

Quote rosa, notificato ricorso al Tar di Democratici e Popolari, Terrenzi: “Tattica contro di me”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X