facebook twitter rss

Spacciava cocaina tra i giovani,
colto sul fatto dai poliziotti:
recidivo finisce di nuovo in manette

PORTO SAN GIORGIO/PORTO SANT'ELPIDIO - L'uomo è stato sorpreso dall'Anticrimine del commissariato a spacciare cocaina in un parcheggio. Trovate a casa 23 dosi. Già lo scorso anno era finito in manette
Print Friendly, PDF & Email

Gli agenti del commissariato di polizia di Fermo, nell’ambito delle attività di indagine finalizzate a contrastare il fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti sulla costa, nella serata di venerdì, a Porto San Giorgio, hanno arrestato un uomo di circa 60 anni, residente in città e domiciliato a Porto Sant’Elpidio, in flagranza di reato. I poliziotti, infatti, hanno accertato che l’uomo era solito spacciare cocaina nel parcheggio di un’attività commerciale.

I poliziotti del commissariato di Fermo, guidati dal dirigente Leo Sciamanna, hanno così organizzato degli appostamenti nel parcheggio fino a quando non hanno visto uscire da un locale l’uomo, un compagnia di un ragazzo. I due hanno raggiunto l’auto del giovane e una volta dentro, l’uomo ha tirato fuori una dose di cocaina per poi consumarla insieme al ragazzo.

A quel punto è arrivato un altro giovane, uscito anche questo dal locale. A quest’ultimo, l’uomo ha consegnato due involucri con dentro della cocaina, circa 1,2 grammi. A quel punto gli agenti dell’Anticrimine sono intervenuti stroncando in flagranza lo spaccio. A seguito di accertamenti dei poliziotti, il primo ragazzo è stato trovato in possesso della droga consegnatagli poco prima dallo spacciatore. I poliziotti sono anche andati a casa dell’uomo. E lì, all’interno di una scatola nascosta in bagno hanno trovato e sequestrato altre 23 dosi di cocaina confezionate con dei ritagli di buste di plastica termosaldate, per un peso complessivo di 11,30 grammi. Nel proseguo della perquisizione gli agenti hanno anche trovato, nascosto dentro l’impianto di aspirazione della cucina, un bilancino elettronico di precisione. Sul tavolo della cucina è stata trovata la busta di plastica utilizzata per confezionare le dosi di cocaina. Vista la flagranza del reato, l’uomo è stato tratto in arresto e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Fermo, agli arresti domiciliari, mentre i due assuntori sono stati segnalati alla Prefettura. E’ stata anche sequestrata la somma di 500 euro che i poliziotti ritengono provento dell’attività di spaccio. Quell’uomo, oltretutto, non è un volto nuovo agli agenti del commissariato. Nel 2016, infatti era stato già arrestato dall’Anticrimine di Fermo perché trovato in possesso di 53 dosi di cocaina per un peso complessivo di 28 grami e di 4 mila euro in contanti. Ieri mattina si è tenuta l’udienza di convalida. Il gip, viste le informazioni raccolte dalla polizia, ha convalidato l’arresto.

g.f.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X