fbpx
facebook twitter rss

”Marche a Canestro”, la Poderosa
cede in finale all’Unieuro Forlì

TORNEO - Sul parquet jesino, il giorno dopo le fatiche dell'impresa messa in atto per regolare in semifinale Pesaro, ampie rotazioni da parte di coach Ceccarelli nell'atto conclusivo della kermesse cestistica, il tutto a pochi giorni dall'esordio nel campionato di A2, in programma sabato sera in casa della Bondi Ferrara
Print Friendly, PDF & Email

Capitan Amoroso riceve il premio per i secondi classificati

JESI (AN) – Non completa l’impresa la XL Extralight, che dopo aver battuto la Vuelle Pesaro in semifinale si inchina alla Unieuro Forlì nella finalissima del torneo “Le Marche a canestro”. Dopo il grande sforzo profuso ieri contro il team pesarese, oggi coach Ceccarelli non ha voluto tirare troppo il collo ai suoi ragazzi, ruotando ampiamente tutti gli 11 giocatori a disposizione senza preoccuparsi troppo del risultato.

IL TABELLINO

PODEROSA XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 70: Rivali 6, Campogrande 6, Maspero 1, Treier 4, Bertocco 2, Zucca 4, Corbett 16, Amoroso 14, Mitt ne, Urso, Powell 10, Gueye 7. All. Ceccarelli

UNIEURO FORLI’ 80: Diliegro 17, Castelli 8, Fallucca 8, Campori 2, Jackson 20, Gellera 1, Bonacini 17, Severini 4, Thiam ne, De Laurentiis 2. All: Valli

PARZIALI: 18 – 21, 18 – 20, 20 – 20, 14 – 19

LA CRONACA

Ne è uscita fuori una partita dove Forlì, priva del suo faro Naimy, ha condotto praticamente dall’inizio alla fine, pur riuscendo a chiudere i conti soltanto nei minuti finali. Ai gialloblù non è bastato un Corbett venuto fuori alla distanza (12 dei suoi 16 punti sono arrivati nella ripresa) ed un Amoroso anche oggi molto in palla.

La Unieuro ha preso il pallino del match sin dai primi minuti, trascinata da un pimpante Bonacini (nominato Mvp del torneo) e da un incisivo Diliegro, anche se la Poderosa ha tenuto sempre la scia della formazione romagnola. Dopo essere scesa anche a -12, la squadra di Montegranaro trova nel quarto periodo la forza di riavvicinarsi fino a -5 (67 – 72 a 4’ dalla sirena con canestro di uno Zucca molto presente), ma un paio di centri di Castelli spengono le ultime velleità gialloblù.

Si chiude quindi con una sconfitta il precampionato veregrense, esattamente come 12 mesi fa e sempre nella finale di questo torneo. La speranza è che sia anche quest’anno di buon auspicio. Ora solo sei giorni dividono la Poderosa dallo storico esordio nel campionato di A2: sabato alle 20.30 trasferta emiliana per sfidare la Bondi Ferrara.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X