fbpx
facebook twitter rss

Dissesto idrogeologico Ete Morto, incontro con Coldiretti e consorzio di bonifica

SANT’ELPIDIO A MARE – Alessio Terrenzi: "Intendiamo continuare a percorrere la strada della collaborazione per arrivare ad interventi concreti e risolutivi. Colgo l’occasione per ricordare che il Genio Civile è al lavoro per la realizzazione della palificata, così come a suo tempo comunicato”
Print Friendly, PDF & Email

Alcuni detriti depositati lungo il letto del fiume Ete Morto (foto di archivio)

Si è svolto nella mattinata di ieri un incontro presso la sede di Pedaso del Consorzio di Bonifica a cui hanno preso parte l’Assessore Norberto Clementi, coadiuvato dall’ing. Marco Caffarelli dell’ufficio tecnico comunale, il geologo Luciano Taddei, Luca Pulcini della Coldiretti ed una rappresentanza di agricoltori per affrontare, con il Presidente del Consorzio Avv. Netti, problematiche inerenti l’Ete Morto.
Si tratta di un incontro che rientra nell’ambito di una serie di iniziative, che si tengono ormai da qualche anno, messe a punto per arrivare a degli interventi concreti, al fine di trovare soluzioni importanti sul tema del dissesto idrogeologico.
“Ringrazio l’Avv. Netti per la disponibilità e l’ospitalità – dice l’Assessore Clementi a margine dell’incontro – abbiamo avuto occasione di fare una buona e proficua discussione ed abbiamo stabilito un piano di lavoro. Sarà fissato, a breve, un sopralluogo presso l’Ete Morto alla presenza dell’ agronomo del Consorzio per valutare la possibilità di effetture interventi puntuali ed immediati, per i quali si è reso disponibile il Consorzio stesso così come gli agricoltori frontisti. Si provvederà, anche in questo caso a breve, ad organizzare un incontro tra Comune e tecnici del Genio Civile per fare il punto sulla fase progettuale dell’asta fluviale dell’Ete Morto. L’occasione sarà favorevole per valutare se, all’interno di questi elaborati che interessano tutto il fiume, si possa già calare qualche intervento puntuale; per capirci, si tratta di cercare di anticipare la concretizzazione del grande intevento su tutta l’asta fluviale, con lavori nelle zone più critiche, valutando i relativi costi, che potrebbero trovare canali di finanziamento più facili e rapidi. Ciò permetterebbe quindi di dare risposte più immediate a costi molto più bassi rispetto a quelli da sostenere in futuro, poichè le criticità comntinuano ad aumentarere nel tempo”.
“L’incontro di ieri – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – è il prosieguo di un percorso intrapreso nella consapevolezza di quanto il confronto e lo spirito di collaborazione siano fondamentali per affrontare problematiche importanti come quella del dissesto idrogeologico. Intendiamo continuare a percorrere la strada della collaborazione per arrivare ad interventi concreti e risolutivi. Colgo l’occasione per ricordare che il Genio Civile è al lavoro per la realizzazione della palificata, così come a suo tempo comunicato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X