facebook twitter rss

Ancora un pari per il Porto Sant’Elpidio,
dalle sei reti di Fossombrone
al clean sheet con l’Urbania

ECCELLENZA - Un punto meritato ma che va stretto alla formazione elpidiense. Zero a zero, che non rispecchia quanto visto in campo, con molti cambi di fronte e altrettante occasioni da rete da una parte e dall'altra. Ottima la prova dell'under Lorenzo Smerilli tra i pali dal primo minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le squadre in campo al fischio d’inizio

PORTO SANT’ELPIDIO – Serviva muovere la classifica e così è stato. Pareggio a reti bianche che non farà gioire la formazione rivierasca, ma che almeno dà continuità al risultato di una settimana fa contro la Forsempronese (3-3). Smaltito l’addio di Antonio Ciccarelli (portiere che non aveva per nulla convinto nelle prime uscite stagionali e con il quale la società ha deciso di rescindere il contratto in settimana), quest’oggi il Porto Sant’Elpidio era chiamato a rispondere presente contro l’Urbania di Fucili e ad invertire la rotta casalinga che lo vedeva sin qui perdente. Mister Stefano Cuccù, non potendo contare ancora su Castracani e Ribichini, ritrova gran parte dell’organico titolare. Ritornano, infatti, dal primo minuto i gemelli del gol Cingolani-Cuccù, autori della super rimonta di Fossombrone della gara precedente. Gli ospiti si affidano invece al trio Pagliardini, Sacchi, Ottaviani.

Tuttavia, tra tutta la classe scesa in campo, nessuna delle due compagini riesce a timbrare il cartellino. Primo successo rinviato dunque per il Porto Sant’Elpidio, che nella quinta uscita di campionato sarà impegnato al Campo A Picchio Village di Ascoli Piceno contro il Ciabbino, formazione che lo scorso anno battagliò a lungo con gli elpidiensi per il primato in classifica prima di arrendersi a poche giornate dalla fine.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 0 (4-2-3-1): Smerilli; Simoni, Mengo, Nicolosi, Stortini; Ionni, Chiappini; Islami, Marozzi, Cingolani (37′ st Marcantoni); Cuccù Riccardo (20′ st Belletti). A disposizione: Malpiedi, Marconi, Marziali, Giacomozzi, Cimadamore. All. Stefano Cuccù

URBANIA 0 (4-3-3): Ducci; Renghi, Temellini, Patarchi, Rossini; Ricci, Gaggiotti, Procacci (47′ st Giovannelli Fratenali); Pagliardini, Ottaviani (33′ st Cantucci), Sacchi (44′ st Hoxha). A disposizione: Pollini, Maroncelli, Scopa, Paiardini. All. Michele Fucili

ARBITRO: Alice Gagliardi di San Benedetto del Tronto, assistenti Roberto Traini di Ascoli Piceno, Eros Santirocco di San Benedetto del Tronto

NOTE: Ammoniti Islami, Rossini; corner 7 – 7; recupero +1′ +4′

LA CRONACA

Sfida dal doppio volto quella andata di scena quest’oggi al Ferranti: primo tempo dinamico e ricco di emozioni, ripresa dai ritmi più lenti ma accesa da improvvise folate. Stefano Cuccù schiera un 4-2-3-1 con l’estremo Smerilli tra i pali, difesa a 4 con Simoni, Mengo, Nicolosi e Stortini, il tandem Ionni-Chiappini in cabina di regia, Islami a destra, Marozzi sulla tre/quarti e Cingolani a sinistra, pronti a supportare Riccardo Cuccù, schierato da falso nove. Mister Fucili risponde con un 4-3-3 affidando gli esterni a Sacchi e Pagliardini, pronti a servire la torre Ottaviani.

Saltata la fase di studio le due compagini iniziano a darsi battaglia e dopo soli 2′ sugli sviluppi di un calcio di punizione, Cingolani sul secondo palo insacca, ma l’assistente Traini ferma tutto per offside. Dopo dieci minuti, su un ribaltamento di fronte è Pagliardini a provare l’inzuccata vincente sul traversone di Sacchi, ma Smerilli si dimostra eccezionale e blinda la porta. Squadre piuttosto lunghe e occasioni che si susseguono da una parte e dall’altra, tuttavia dal ventesimo minuto il Porto Sant’Elpidio prende in mano le redini del match ed impone una supremazia territoriale non indifferente ai pesaresi. Prima (26′ pt) ci prova Cingolani con una volee da centro area di poco alta, poi (31′ pt) è il turno di Chiappini: entra in area, circumnaviga Rossini e viene steso dal difensore biancorosso, ma per l’arbitro Gagliardi non ci sono gli estremi per il penalty. Infine (37′ pt) serve il miglior Ducci per respingere la punizione di Riccardo Cuccù dal vertice sinistro dell’area dell’Urbania. Al 38′ sono ancora i rivieraschi a mettere in apprensione la difesa ospite: sulla conclusione di Cingolani, Ducci respinge frontalmente e Cuccù insacca da pochi passi, ma per l’assistente Traini si tratta ancora di fuorigioco. Sugli sgoccioli della prima frazione si rivedono i pesaresi con l’ottimo slalom di Sacchi e la pronta risposta di Smerilli.

Nella ripresa il match offre molto meno, proprio per le energie fisiche e mentali spese dai giocatori nella prima frazione, ma comunque sia si accende con improvvise folate. Al 6′ st è Chiappini a cercare fortuna in avanti con un bel destro ma Ducci è reattivo e si oppone con i piedi. Lo spauracchio più grande per i padroni di casa arriva al 30′ st quando Ottaviani mette in confusione la difesa locale improvvisando un coast to coast a tutta velocità e servendo Sacchi sul dischetto, ma per fortuna dei biancazzurri l’attaccante biancorosso cicca la conclusione. La beffa potrebbe arrivare al 40′ st quando Nicolosi interviene su Pagliardini in area, ma, come successo nella prima frazione, l’arbitro Gagliardi lascia correre. Secondo pareggio consecutivo che proietta il Porto Sant’Elpidio in tredicesima posizione in attesa dei match di domani.

Leonardo Nevischi

La classifica di Eccellenza aggiornata


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X