fbpx
facebook twitter rss

Fermana 0 – Bassano Virtus 1:
per Flavio Destro
”è un risultato bugiardo”

SALA STAMPA - All'interno del Bruno Recchioni il tecnico canarino elogia i suoi ragazzi “immeritevoli della sconfitta”. Il collega avversario Magi rimane positivamente stupito dalla capacità di reazione dei gialloblù, dominanti nel secondo tempo
Print Friendly, PDF & Email

Flavio Destro, tecnico canarino

FERMO – Flavio Destro incassa un’amara sconfitta prima di ricevere i complimenti del collega Beppe Magi. Come già detto in altre occasioni, il bel gioco non basta per vincere, occorre fare gol. E purtroppo ci è riuscito solo l’avversario. “Quello di oggi è un risultato bugiardo – dice con rammarico entrando in sala stampa -, i ragazzi hanno giocato bene, forse la loro miglior partita sino ad ora, per reattività, coesione e soprattutto carattere”.

Ma il pallone si sa, è tanto emozionante quanto imprevedibile, e non sempre vince il migliore in assoluto, ma chi è in grado di sfruttare al massimo tutte le occasioni che gli si presentano. E i 18 calci d’angolo assegnati alla Fermana non sono bastati a farle riconquistare la parità: “Quello è un profilo che dovremmo curare di più: dobbiamo acquisire maggiore padronanza in ciò che oggi si è manifestata come una nostra debolezza, perché ad ogni tiro dalla bandierina, il Bassano, a noi noto per le indubbie capacità difensive, si compattava davanti allo specchio della porta mandando a vuoto i nostri tentativi”.

Beppe Magi, ex Vis Pesaro e Macerate, in stagione in sella al Bassano

Giuseppe Magi, inequivocabilmente felice per la conquista del primo posto in classifica, sorride del fatto che, con un passato da allenatore della Maceratese e della Vis Pesaro, il Bruno Recchioni è stato teatro per lui di bei ricordi: “Quello di oggi però mi entusiasma davvero molto, specie alla luce del fatto che fino all’ultimo minuto di gioco non sentivo la vittoria in pugno: merito di questa Fermana che, seppur neopromossa, ha pienamente dimostrato di calzare a pennello la categoria professinistica, specialmente per aver tirato fuori un’identità ed una fisicità che ci ha tenuto in pugno, specie nel secondo tempo”.

 

Il capitano gialloblù, il difensore centrale Marco Comotto

Il capitano gialloblù Marco Comotto, ricalcando l’analisi del match fatta dal suo mister, è convinto che questa sconfitta sia utile soprattutto a rendere consapevoli i suoi compagni delle grandi potenzialità della Fermana: “E’ innegabile che questo campionato sia duro, ma noi oggi abbiamo avuto la prova che non siamo sforniti dei mezzi necessari per affrontarlo” nonché, ad onor del vero, tra fragorosi applausi, provenienti sia dai tifosi che dagli addetti ai lavori. Continua: “Ci siamo detti questo nello spogliatoio a fine partita: la sconfitta brucia, ma ne siamo usciti a testa alta e dobbiamo continuare così senza mollare mai. Non si può concedere nulla all’avversario, ed oggi ne abbiamo avuto un’ulteriore piena prova”.  Infatti, il Bassano, ha saputo approfittare di un’opportunità e si è portato a casa tre punti.

Silvia Remoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X