fbpx
facebook twitter rss

Comune e CONI premiano i migliori atleti: “omaggio agli sforzi quotidiani” (FOTO)

FERMO - Garino: "grazie per quello che fate per voi, per le società e per il territorio. Una città si riconosce sia per la capacità di creare una attività artistica che per la pratica agonistica"
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Premiati dal CONI provinciale e dal Comune di Fermo, oggi, all’interno della sala Rollina del Teatro dell’Aquila gli atleti fermani che asi sono distinti nell’anno sportivo. Avrebbero dovuto ricevere la targa all’interno della manifestazione Buon Campionato svolta a settembre in Piazza del Popolo e sospesa per maltempo, come ha ricordato Alberto Scarfini, assessore comunale allo Sport: “Dopo il rinvio per maltempo, oggi rendiamo omaggio agli sportivi presenti. E’ un modo per essere vicini ai ragazzi che praticano sport e per premiare i loro sforzi quotidiani”.

Un appuntamento cui ha partecipato anche il delegato CONI per Fermo, Vincenzo Garino che ha sottolineato: “il significato è dire grazie a tutti voi ragazzi per quello che fate per voi stessi, per le vostre società e per il nostro territorio. Una città si riconosce sia per la capacità di creare una attività artistica che per la pratica sportiva agonistica, i cui risultati fanno di un paese, una eccellenza. Fermo, seppur piccola come popolazione, riesce comunque ad esprimere grossi numeri di eccellenza e non essere seconda a nessuno”.

Alla presenza anche del sindaco Paolo Calcinaro, sono stati quindi premiati: Maria Giulia Cicchinè per la vela che ha anticipato di pensare “al campionato mondiale giovanile dell’anno prossimo e a quello italiano della classe successiva”. Elena Ferracuti, per la scherma, giunta terza in una competizione svolta in Romania a febbraio 2017: “punto alle olimpiadi ma gli obiettivi più immediati sono il campionato italiano e la coppa del mondo”.
Una targa anche per il podista ultranovantenne Mario Ferracuti, per Alessandro Iena nella carabina, che per il futuro ha in programma la partecipazione a “gare europee del campionato e a trofei vari in Europa”. Targa collettiva per gli atleti del sitting volley fermano Federico Ripani, Cristiano Crocetti, e per l’assente giustificato Riccardo Scendoni. Una disciplina che può essere praticata sia da atleti normodotati che diversamente abili, e che prevede di giocare a pallavolo restando seduti per terra.
Il più giovane ad essere premiato è stato Riccardo Paniccià, 8 anni, pilota di go kart. Quindi è stata la volta del volto noto Ivan Zucconi, che ha vinto il titolo di campione italiano di Free Style motocross. Il ginnasta Carlo Macchini, reduce dalla finale alla sbarra svolta in Ungheria a settembre tra i prossimi impegni sarà “da febbraio 2018 impegnato nel campionato di serie A, mentre il 12 novembre alla gara internazionale a Mortara Italia-Germania per poi concentrarsi sugli eventuali campionati europei a Glasgow, in Scozia prima dei mondiale del settembre prossimo”.
Assenti ma insigniti lo stesso di targa, Simone Alberico per i pesi, e la squadra di golf composta da Alessandra Alzetta, Andrea Alzetta, Rebecca Bonfigli, Lavinia Michetti, Priya Latchayya che ha partecipato ad un trofeo ad Ancona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X