facebook twitter rss

I 5 Stelle sui lavori in via Marinai d’Italia: “Scarsa attenzione e oggi costretti a rimetterci le mani”

PORTO SANT'ELPIDIO - La replica del Movimento al sindaco Franchellucci: "Ci riserveremo di agire e controllare come forza politica il regolare svolgimento dei lavori per una strada che in passato abbiamo già ampiamente criticato"
Print Friendly, PDF & Email

“Da tempo la nuova via di collegamento fra via Piave e Piazza Garibaldi era saltata agli occhi, anzi, alle orecchie dei cittadini epidiensi per il crepitio che accompagnava ogni cittadino durante la marcia sopra via Marinai D’Italia”. Inizia così la replica del Movimento 5 Stelle al sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci sui nuovi lavori.

“Oggi, a conferma delle avvisaglie sonore della nuova strada inaugurata durante lo scorso Carnevale, ci si rimette le mani per problemi alla sistemazione della pavimentazione. Il bello è che si spacciano problematiche non previste dovute alla cattiva esecuzione dei lavori per ‘nuovi lavori di livellamento’ e con l’occasione si è ritenuto opportuno risistemare le zone che si sono mosse.

Il sindaco con delega ai lavori pubblici dovrebbe spiegare sinceramente ai cittadini, già attenti alla problematica, che non c’è stata la dovuta attenzione alle fasi lavorative che hanno portato alla realizzazione della nuova, ma già vecchia, via Marinai d’Italia, invece di nascondersi e fare comunicati anonimi.

Si legge nella nota stampa anonima che i lavori non peseranno sulle casse comunali con costi aggiuntivi, ma il disagio come molti cittadini hanno segnalato che aggrava già una viabilità contorta ed impervia chi lo mette in conto? Ad oggi il disagio è palese.

Questo è il risultato della politica del basta fare, dove l’Amministrazione pur di apparire partorisce oggi come in passato marciapiedi e strade traballanti dal dissesto facile.

Ci riserveremo di agire e controllare come forza politica il regolare svolgimento dei lavori per una strada che in passato abbiamo già ampiamente criticato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X