facebook twitter rss

Il maratoneta Amedeo Maisto
alla conquista dell’estremo Nord

ATLETICA - Campano da anni residente nel Fermano, alle tante avventure su strada vissute oltre i confini nazionali ed europei, è pronto ora ad aggiungere le competizioni previste a fine ottobre niente meno che in Groenlandia
Print Friendly, PDF & Email

Amedeo Maisto in gara sul tracciato di Foligno

MONTEGIORGIO – “Partirò per la Groenlandia il 25 ottobre con destinazione Kangerlussuaq passando per Copenhagen“.

Questo quanto dichiarato da Amedeo Maisto, maratoneta di origini campane da sempre residente in provincia. Dopo le performance sparse non solo per l’Italia, ma anche e soprattutto tra nazioni europee e continenti confinanti ( vedi la recente presenza sulla Muraglia cinese ad onorare cioè competizioni dal tenore globale ), Maisto si getta ora alla conquista dell’estremo Nord con addosso i colori della Podistica Avis – Mobilificio Lattanzi Montegiorgio. 

L’atleta durante un allenamento in alta quota

“La prima gara nel merito è in programma sabato 28, naturalmente parliamo di un esordio con maratona, dunque dal percorso tipico da trazione di  42 km. Il giorno dopo, domenica 29 dunque, ci sarà invece la Half di 21. Il ritorno è previsto per il 4 novembre, perché dopo le gare appena citate mi sposterò a Iluissat per visitare i ghiacciai con tanto di gita in canoa”.

“Per avvicinarmi a quest’avventura ho effettuato degli allenamenti intensi ed estenuanti – illustra Maisto – con test abbastanza ravvicinati. Il primo è stato fatto a Maspalomas ( Spagna ), trattasi di un allenamento di 20 km vissuto in maniera anomala per via della temperatura: eravamo a 40°. Al ritorno dalle vacanze ho corso, il 17 settembre, 21 km a Senigallia, il 24 settembre eccomi invece alla 42 km Ascoli-  San Benedetto mentre il 1 ottobre ho disputato la 21 km di Foligno”.

 “Finalmente si parte per una nuova sfida – gli umori proiettati alla Groenlandia -, non vedo l’ora. Penso di aver preparato tutto per il meglio, questo anche grazie all’aiuto di alcuni specialisti come il dottor Spadaccino, in ottica alimentazione, ed i relativi colleghi Del Bello e Cipolletta per quanto concerne la riabilitazione ed recupero fisico. Ho avuto una preparazione abbastanza stressante anche dovuta agli impegni lavorativi, tra la ditta dove lavoro, la Filplast, che ringrazio per la possibilità concessa a partecipare, e la San Marco Servigliano Lorese ( squadra di calcio di Promozione girone B ), dove svolgo la funzione di massaggiatore. Non resta dunque da aspettare il 25 per partire ed onorare la gara al meglio delle mie possibilità”.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X