facebook twitter rss

San Crispino, presentato il programma
dei festeggiamenti per il patrono

PORTO SANT'ELPIDIO - Un cartellone che promette di richiamare il pubblico delle grandi occasioni e richiederà misure di sicurezza straordinarie, con limitazioni di traffico e blocchi di cemento. Clou con Gabbani il 28 ottobre e la Fiera di San Crispino il giorno dopo
Print Friendly, PDF & Email

Un ricco programma di appuntamenti, con il clou di Francesco Gabbani sabato 28 ottobre e la Fiera di San Crispino il giorno successivo. Un cartellone che promette di richiamare il pubblico delle grandi occasioni e richiederà misure di sicurezza straordinarie, con limitazioni di traffico e blocchi di cemento. Dopo l’antipasto di domenica scorsa, tra sport e animali, le celebrazioni patronali di Porto Sant’Elpidio entrano nel vivo. Per illustrare il programma, stamattina in sala giunta, c’erano tutti gli attori dell’iniziativa: amministrazione comunale, associazione San Crispino eventi, rappresentanti dei quartieri, ristoratori ed organizzatori dello Stoccofest, con tanto di stoccafisso per la foto di gruppo.


Ad esordire il sindaco Nazareno Franchellucci. “Inizio ringraziando tutti i giovani di San Crispino eventi per aver fatto squadra mettendo in piedi una delle più belle ed articolate feste patronali. Un programma difficile, con costi elevati, che ha richiesto non solo capacità organizzativa, ma anche recepimento di sostegno dai privati, perché una manifestazione del genere richiede uno sforzo economico davvero significativo”.

SICUREZZA
Il primo cittadino illustra poi gli adempimenti in materia di sicurezza. “Viviamo nel nuove regime entrato in vigore dopo i fatti di Torino. Per la prima volta dovremo porre in essere misure straordinarie e già da domani ci saranno blocchi di cemento a chiusura della viabilità in alcuni punti strategici. Nel weekend avremo una chiusura in via Piave, mentre sabato 28 ottobre, per il concerto di Francesco Gabbani all’ex Orfeo Serafini, avremo dalle ore 14 un’isola di traffico totale nel tratto centrale del lungomare, con deviazione consigliata da sud verso via Pesaro e da nord al sottopasso di via Panama, oppure con la possibilità di arrivare in via Mameli con svolta obbligatoria verso piazza Garibaldi.

Il modello di scarpa da realizzare per il premio “de lu cazolà”

Ci sarà una società di sicurezza privata che effettuerà anche il conteggio delle presenze ed altri presidi. Per la domenica della fiera, dalla mattina presto saranno posizionati blocchi di cemento, il parcheggio dell’ex Serafini sarà utilizzabile. Gli spazi per gli espositori saranno in gran parte gli stessi degli anni precedenti, non ci saranno bancarelle in piazza Garibaldi, su un tratto di via Principe Umberto e della parte nord del borgo marinato. Per compensare gli spazi mancanti, gli espositori si posizioneranno in via Mameli”.

 

 

L’ORGANIZZAZIONE
“E’ un programma denso di contenuti – continua il presidente di San Crispino eventi Mirco Catini – Organizzare tutto è stato particolarmente difficile, ma grazie alla collaborazione di tutti ce l’abbiamo fatta. E’ la festa dell’intera città, senza distinzioni. Un grazie va a tutti i membri dell’associazione, ai quartieri, all’amministrazione comunale ed alla città che ancora una volta ha risposto e collaborato. Rendiamoci conto che portare Gabbani è davvero un gran colpo, parliamo di un artista che fa sold out ovunque con concerti a pagamento, qui si potrà assistere gratis”. Si consiglia caldamente, per il concerto, di arrivare con ampio anticipo. Le disposizioni della questura prevedono di non far entrare un numero superiore alle 15.000 persone nell’area dell’ex campo sportivo.

IL PROGRAMMA
Oggi poeriggio alle 18.30, con l’accensione delle luminarie, si entrerà a tutti gli effetti in clima San Crispino. Stasera a Villa Baruchello alle 21 un incontro su giovani e mondo del lavoro. Domani l’apertura degli stands gastronomici e in serata in corso Battisti, dalle 22, serata anni 90 con dj set dei Datura. Domenica pomeriggio torna la tradizione con il 22o Premio de lu Cazolà, sempre in corso Battisti. Martedì 23 ottobre serata show cooking con degustazione di stoccafisso al ristorante Il Gambero e prosecuzione con Il Massimo del liscio. Mercoledì 25, giorno di San Crispino, la solenne processione alle 18 partendo dalla chiesa della Ss. Annunziata. Giovedì 26 il premio giornalistico Francesco Valentini, venerdì 27 il concerto Sacro e profano alla chiesa Madonna della fiducia. Sabato 28 e domenica 29 via alla terza edizione di Stoccofest, con 10 ristoranti che prepareranno stoccafisso negli stands (allo stesso prezzo sarà possibile gustarlo anche nei locali aderenti (Trentasette, Papillon, Ciak Brasserie, San Crispino, Perla sul mare, Vaca Paca, Il Giardino, Tropical, Il Gambero, Cocoon). Il cartellone si chiuderà domenica 5 novembre con la castagnata, l’estrazione della sottoscrizione a premi e il torneo pro terremotati di calcio balilla umano, a cura dell’associazione Adotta una stalla.

M.M.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti