facebook twitter rss

Il ricordo di Francesco Valentini
in una serata con Riccardo Cucchi
e i 70 anni del P.S.Elpidio calcio

PORTO SANT'ELPIDIO - Una serata che oltre al dibattito con l’attuale co-conduttore della Domenica Sportiva ha proposto il Premio “Enzo Belletti” allo Sportivo Elpidiense dell’anno e quello “Gabriele Marziali” alla squadra Elpidiense dell’anno. Consegnati anche riconoscimenti alle figure storiche del sodalizio rivierasco in occasione dei suoi 70 anni
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra: Mario Filiaggi, l’onorevole Paolo Petrini, il noto ospite Riccardo Cucchi, il sindaco Nazareno Franchellucci e Giuseppe Moreschini

di Leonardo Nevischi

Ieri sera al Diamond Palace Loriblù Riccardo Cucchi, attuale co-conduttore della Domenica Sportiva e voce storica di “Tutto il calcio minuto per minuto”, ha ricevuto il 17esimo Premio Giornalistico “Francesco Valentini”. Scelta ancora una volta azzeccata da parte degli organizzatori del premio che, dopo Mario Sconcerti, portano a Porto Sant’Elpidio un altro graditissimo giornalista che negli anni ha accompagnato con la sua voce moltissimi appassionati di calcio; nessuno meglio di lui poteva raccontare l’eterna giovinezza della radio.

A fare gli onori iniziali ci ha pensato Mario Filiaggi, promotore dell’evento che ogni anno mira a premiare un giornalista che si è distinto per merito. “Ieri ed oggi ho avuto la fortuna di stare insieme a Cucchi e posso dire che ha molto da raccontare sul calcio – ha esordito Filiaggi -. Siamo giunti alla 17^ edizione e con l’impegno di Giuseppe Moreschini e di tutti i giovani siamo riusciti in un’ottima organizzazione anche quest’anno: cerchiamo di fare sempre il nostro meglio per ricordare i nostri amati e indimenticabili concittadini Francesco, Enzo e Gabriele. Vorrei ringraziare anche il comitato festeggiamenti San Crispino che ci ha messo nel programma della festa come tappa importante, con la speranza che che sarà così anche nei prossimi anni”.

A seguire, il primo cittadino di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci ha tenuto a ringraziare Riccardo Cucchi per la partecipazione e per la disponibilità dimostrata. “In 17 anni abbiamo vissuto tanti ospiti che hanno deliziato la platea con la loro esperienza, con la loro preparazione e con le loro storie, ma fin qui nessuno aveva dimostrato la disponibilità di Riccardo nel vivere per alcuni giorni la città di Porto Sant’Elpidio – sono state le parole del sindaco elpidiense -. Riccardo ha voluto scoprire la città, visitare direttamente i nostri impianti sportivi ed entrare nelle scuole e questo è un segno di grande sensibilità. Oggi per la regione Marche non è una giornata come le altre – ha proseguito Franchellucci -, oggi è il 26 ottobre e un anno fa vivevamo una situazione di dramma per il primo terremoto che ha sconvolto le Marche dopo quello di agosto. Ecco, questa comunità sopratutto attraverso il mondo sportivo è stata in grado di manifestare grande vicinanza alle popolazioni più fortemente colpite dal sisma e le società sportive elpidiensi hanno aperto le porte a tutti gli amici che sono arrivati qui da noi sulla costa per essere ospitati ed hanno permesso a tanti giovani di poter vivere dei momenti di distrazione”.

Un Franchellucci che inoltre ha voluto premiare la bella idea di voler celebrare i 70 anni del Porto Sant’Elpidio calcio nella stessa sera del ricordo ai tre elpidiensi Valentini, Belletti e Marziali e aggiunge: “Se la società elpidiense è arrivata a questo traguardo lo deve solo alla natura umana di tutti i dirigenti e di tutti i presidenti che nel corso degli anni hanno messo a disposizione della società sportiva non solo quello che avevano, ma addirittura qualcosa in più, dimostrando grande attaccamento alla città”.

Sono state diverse le figure storiche dell’antico sodalizio elpidiense a ricevere un riconoscimento. Icinio Belletti, premiato in quanto giocatore più anziano del Porto Sant’Elpidio Calcio. Pietro Spina, sindaco e medico sportivo della squadra, sempre presente sia nelle gare casalinghe sia in quelle in esterna e fautore del passaggio dal vecchio San Crispino al Porto Sant’Elpidio calcio. A ritirare la targa ci hanno pensato i figli Beatrice e Massimo, che non sono riusciti a nascondere la commozione nel ricordare il padre. A seguire, Agostino Bertolazzi ha ricevuto il riconoscimento come allenatore più anziano. Di lì, via con il valzer dei presidenti, dal primo all’ultimo: Enrico Ripa, Antonio Serafini, Ilario Pelacani, Gianni Martellini, Gianni Cognigni, Guido Lattanzi, Bernardo Vagnoni, Aldo Marziali, Mario D’Annibali (ben 25 anni di presidenza), il presidentissimo Enzo Belletti, fino ad arrivare ad Annarita Pilotti (per l’occasione sostituita dal vice Marini).

Una serata che, come detto, oltre al dibattitto con Riccardo Cucchi, ha proposto il Premio “Enzo Belletti” allo Sportivo Elpidiense dell’anno e il Premio “Gabriele Marziali” alla squadra Elpidiense dell’anno. Il primo per la prima volta nella sua storia ha visto un pari merito tra i vincitori: Mattia Grilli del team Atletica Porto Sant’Elpidio, fresco vincitore del titolo regionale di marcia nella categoria cadetti e Elisa Batello dell’ASD Compagnia del Fiore, che a soli 11 anni è stata ammessa all’accademia del Teatro alla Scala di Milano. Il secondo, il premio Marziali, con un campionato stravinto con cinque giornate di anticipo con 73 punti (record marchigiano per tutti i campionati a 16 squadre) se lo è aggiudicato l’Atletico Calcio Porto Sant’Elpidio. “Oltre all’orgoglio di essere premiati come miglior squadra – ha commentato il vice presidente Gianpaolo Marini dopo la premiazione -, devo dire che personalmente ho avuto il piacere di conoscere Gabriele Marziali quando mi sono avvicinato al calcio e posso assicurare che era una persona fantastica, che faceva la differenza nella società. Dava fiducia ai giovani ed era la persona più felice al mondo quando un ragazzo passava dalle giovanili alla prima squadra”. Alle parole di Marini hanno poi fatto eco quelle del tecnico rivierasco Stefano Cuccù: “Lo scorso anno abbiamo vissuto qualcosa di straordinario e vivere questa serata me lo fa apprezzare ancora di più, perché il ricordo della storia del Porto Sant’Elpidio valorizza ulteriormente il nostro risultato. Spero che questa serata sproni la squadra, visto che non stiamo andando benissimo, per far capire che tra 20 anni se le prestazioni di oggi sono positive, potranno essere ricordate in serate come questa. Infine – conclude Cuccù – devo dire che è un onore partecipare e fare parte di questa società”.

Una 17^ edizione del Premio Valentini che si chiude con una riflessione del grande ospite Riccardo Cucchi: “Io posso soltanto ringraziarvi, perché ho passato delle ore davvero intense qui a Porto Sant’Elpidio. Ho avuto l’occasione di conoscere una comunità molto interessante, vivace e dalle mille sfaccettature. La sensazione che ho questa sera è come se una famiglia mi avesse aperto il portone della sua casa, mi avesse fatto entrare e mi avesse raccontato la storia della vita di ogni membro. Mi porterò a Roma un ricordo molto intenso di questi giorni”.

Riccardo Cucchi

“Con il suo straordinario uso della parola e della voce ha restituito emozioni e dettagli degli eventi sportivi, commentati con uno stile inconfondibile, autorevole ed ironico” questo quanto recita la targa consegnata a Riccardo Cucchi

Icinio Belletti, il giocatore più anziano del Porto Sant’Elpidio Calcio

Mattia Grilli, uno dei due vincitori del premio Enzo Belletti

Il Porto Sant’Elpidio calcio premiato con il Premio Gabriele Marziali

Il capitano biancoazzurro Matteo Marconi con in mano la targa del Premio Marziali, mentre alla sua sinistra mister Stefano Cuccù

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti