facebook twitter rss

Il ‘gusto’ Made in Fermano
sbanca il Merano Wine Festival

MERANO - Le aziende della collettiva Fermana promossa dall'Azienda Speciale della Camera di Commercio di Fermo tornano a casa soddisfatte sia per la presenza in una vetrina di rilevanza internazionale. In tre giorni oltre ottomila le presenze di operatori, buyer, rappresentanti, titolari di attività di nicchia
martedì 14 novembre 2017 - Ore 11:53
Print Friendly, PDF & Email

Chiusura col botto al Merano Winefestival&Gourmet per le aziende della collettiva Fermana che tornano a casa soddisfatte sia per la presenza in una vetrina di rilevanza internazionale (in tre giorni oltre ottomila le presenze di operatori, buyer, rappresentanti, titolari di attività di nicchia, tutti alla ricerca delle specificità ad altissimo spessore qualitativo), sia per i diversi contatti che, una volta a casa, dovranno curare e che ne siamo certi, produrranno commesse e fatturato.

Chiusura col botto, dicevamo, perché quella di due giorni fa è stata la giornata dedicata a Quinto Fabiano e Alessandro Pazzaglia, gli chef presenti a Merano al seguito della collettiva, per proporre nei rispettivi show coking i gusti e i sapori della terra fermana. I loro show sono stati incastonati dagli organizzatori, sotto la sapiente guida di Bruno Cicolini, senatore a vita della Federazione Italiana Cuochi, tra i migliori professionisti stellati del settore, tra i quali Herbert Hintener di Bolzano. Presenza nel contesto del Premio Godio, dedicato a uno degli chef più apprezzati in Trentino Alto Adige, fondatore del ristorante “Fontana Buona”, ai 2300 metri della Val D’Ultimo, tragicamente scomparso in un incidente aereo.

Grande la responsabilità per i due nostri chef, quindi, che non hanno tradito le attese degli organizzatori e si sono fatti valere riscuotendo applausi a scena aperta, con due primi piatti (Cappellaccio dell’Adriatico e Mezze Maniche Mare Monti) utilizzando esclusivamente prodotti di qualità del territorio come la mela rosa dell’azienda La Golosa, l’olio extra vergine d’oliva del Consorzio Clara, la pasta della Regina dei Sibillini (azienda presente a Merano, che si sta rialzando dopo l’incubo del terremoto); piatti gustati e apprezzati da circa duecento ospiti selezionati. Grande la soddisfazione di Gianni Lamponi, titolare della Top Catering, promotore della collettiva, che ha seguito con attenzione ogni momento dei due show. “Grazie a Quinto e Sandro che hanno saputo dare il meglio di se, cosi come a quanti hanno lavorato sodo per permettere alle nostre aziende di essere presenti a Merano. Abbiamo fatto il massimo per metterle a proprio agio, con l’auspicio che questa meravigliosa esperienza possa ripetersi negli anni a venire. Un grande grazie anche a Fermo Promuove, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Fermo per averci sostenuto, per essere stata presente a Merano con un proprio spazio Istituzionale e con il presidente Nazzareno Di Chiara che ha fatto visita a tutte le aziende della collettiva”.

I PREMI

Durante la manifestazione, l’Award Platinum 2017 è stato assegnato a “Euromar” di Carso Pietro peri filetti di acciughe sott’olio, mentre alla “Pasta di Aldo” è andato il WineHunter Award 2017 assegnato dalla Commissione del Winefestival con il punteggio di 95 su 100/100. La motivazione dei due premi: “Per la qualità straordinaria del prodotto di altissimo livello che si distingue per l’espressione del gusto, degli aromi e dei sapori nel rispetto delle tradizioni dell’area di provenienza”. Premio alla straordinaria capacità delle due aziende, per aver saputo dare spessore alla qualità dei loro prodotti, facendosi ambasciatori nel mondo della terra centro sud delle Marche. “E’ con soddisfazione che abbiamo accolto questi due premi – ha rilevato il presidente di Fermo Promuove, Nazzareno Di Chiara – a significare la bontà dei prodotti e la capacità delle nostre piccole e medie imprese dell’agroalimentare di saper crescere e, grazie anche alla loro presenza al Festival, di farsi conoscere nel mondo”. Oltre alle due aziende premiate, anche ieri la collettiva Fermana è stata presa d’assalto dai visitatori (altro sold out con oltre 2.500 operatori del settore) per la soddisfazione generale, espressa per tutti da Marcello Mariani “Sabelli”, new entry al Festival. “Grazie, mi avete portato in un luogo meraviglioso. Per la prima volta ho messo la faccia sui miei prodotti – ha detto – ne vado fiero. Grazie a voi per questo successo. Le Marche, Fermo, Ascoli e Macerata sono i numeri uno in questo Festival. Grazie di cuore, perché attraverso la vostra organizzazione sapremo mettere a frutto non solo le qualità dei nostri prodotti, ma anche la bellezza unica del nostro territorio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X