facebook twitter rss

Incontro Verdecchia-dipendenti comunali,
Donati (Cisl): “Bene ma basta chiacchiere,
si passi subito ai fatti”

SANT'ELPIDIO A MARE - Il segretario generale Cisl Fp: "Proclamato lo stato di agitazione. L'assessore venga al prossimo incontro con atti concreti finalizzati al miglioramento del clima interno. Partiamo col pagamento delle somme dovute del 2016"
venerdì 17 novembre 2017 - Ore 10:54
Print Friendly, PDF & Email

Giuseppe Donati

“L’assessore Verdecchia si è presentato ai dipendenti promettendo tante cose. Putroppo, però, di promesse in questi anni – stigmatizza il segretario generale Cisl, Giuseppe Donati – ne abbiamo sentite troppe e tutte disattese. L’idea del neo assessore al Personale Matteo Verdecchia, di incontrare (ieri) i dipendenti comunali (leggi l’articolo), è stata senza dubbio positiva ma non può essere un altro modo per prendere tempo.

Capiamo che il suo incarico risale a sole tre settimane orsono ma per un’amministrazione, il concetto di continuità e responsabilità amministrativa non può essere un concetto astratto. Tra l’altro, i problemi dei dipendenti del Comune di Sant’Elpidio a Mare, cronici perché risalenti a tutto il primo mandato dell’attuale sindaco, non sono certo dipesi dal precedente assessore Clementi che anzi ha tentato di tutto per cercare di spronare gli uffici competenti a rispettare gli impegni assunti nei confronti dei lavoratori.

Nella giornata di mercoledì, Fp Cgil-Cisl Fp -Uil Fpl hanno proclamato lo stato di agitazione del personale dipendente comunale. La comunicazione è stata inviata al prefetto di Fermo. Lo stato di agitazione è stato deciso nel corso dell’assemblea dei dipendenti tenuta unitariamente dalle Organizzazioni Sindacali Confederali lo scorso 10 novembre.

L’assessore Verdecchia, abbiamo letto dal suo comunicato pubblicato da Cronache Fermane, ha tracciato, nell’incontro di stamattina, un percorso teso a recuperare situazioni di grave disagio per i lavoratori: carenza di personale, riorganizzazione delle aree e degli uffici, ecc. Tutti obiettivi che consideriamo positivi ma che abbiamo ascoltato tante, tante volte in questi anni. Di risultati concreti, però, non se ne sono visti.

Solo il grande senso di responsabilità del sindacato e dei dipendenti hanno evitato, già nel corso del primo mandato di Terrenzi, azioni vertenziali forti. Ora però il tempo delle promesse è terminato. La scadenza del 31 dicembre 2017, decisa dall’assemblea, per ricevere i pagamenti dovuti ed avviare azioni di riorganizzazione della macchina comunale che facciano fronte alla drammatica carenza di personale, non è derogabile.

L’assessore Verdecchia con i dipendenti comunali

La differenza tra la dotazione organica del Comune e gli effettivi dipendenti presenti parla di meno 30 unità. Di chiacchiere sulla volontà di assumere personale ne abbiamo ascoltate molte ma di assunzioni o almeno bandi di concorso o avvisi ne abbiamo visti pochi. L’attrattiva del Comune di Sant’Elpidio a Mare come posto di lavoro è ai minimi termini tanto che sembra sia difficile anche poter ricevere risposte positive alle domande di mobilità in entrata. Da contro, i dipendenti che vorrebbero cambiare Comune ed andarsene in altri Enti sono impossibilitati a farlo perché non ricevono il nulla osta da parte dell’amministrazione. Inevitabile vista la gravissima carenza di personale di cui soffre Sant’Elpidio a Mare.

Non più rinviabile quindi la presa di posizione di Fp Cgil-Cisl Fp -Uil Fpl di proclamare lo stato di agitazione del personale e prepararsi ad altre iniziative nelle prossime settimane.

Di tempo all’amministrazione di Sant’Elpidio a Mare ne è stato dato molto. Il Sindacato ha partecipato a tanti incontri con la parte pubblica ma la “cantilena” ascoltata, alla fine, era sempre la stessa: ‘vorremmo ma non ci riusciamo’. Ora bisogna che il nuovo assessore e tutta l’amministrazione pongano la questione “Personale” al primo posto dell’agenda e si attivino perché il personale dipendente ha una dignità che va rispettata.

Lunedì parteciperemo all’incontro con il neo assessore ma il consiglio che vogliamo dargli e di arrivare al tavolo con impegni precisi, scadenze perentorie che farà rispettare senza se e senza ma (prima tra tutte il pagamento delle somme dovute del 2016), atti concreti finalizzati al miglioramento del clima interno. Ogni altra “chiacchiera” magari tesa a prendere tempo, sarà valutata tale. Buon lavoro all’assessore Verdecchia”.

Assessorato al personale, Verdecchia si ‘presenta’ ai dipendenti comunali: strategia dopo il report sui settori

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X