facebook twitter rss

Festa dell’Albero al via, Legambiente:
“In fumo nelle Marche 621 ettari”

EVENTI - Anche Porto San Giorgio tra i Comuni che ospiteranno iniziative legate alla storica campagna nazionale. Il punto della presidente regionale Francesca Pulcini
martedì 21 novembre 2017 - Ore 10:59
Print Friendly, PDF & Email

Torna l’appuntamento con la “Festa dell’Albero”, la storica campagna di Legambiente che ha come scopo la messa a dimora di nuovi alberi al fine di ricordare l’importanza del verde urbano e valorizzare le aree libere dal cemento.

L’edizione 2017 dell’iniziativa nazionale sarà dedicata al tema degli incendi boschivi attraverso il motto “il futuro non si brucia”, proprio al fine di invitare i cittadini a riflettere sulla non casualità del fenomeno degli incendi, oggi frutto dell’azione di piromani ed ecomafie e sulle sue conseguenze a livello ecologico e sociale. In questo percorso ci sarà quest’anno il sostegno del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare per le attività nelle scuole e di Associazione Forestale Italiana, Assocarta, Federlegno Arredo e ConLegno, che promuoveranno da partner tecnici alcune piantumazioni simboliche in alcune aree protette e territori colpiti dagli incendi.

Come sempre, saranno i circoli di Legambiente a giocare un ruolo fondamentale perché questa campagna divenga un momento di mobilitazione civica diffusa e un laboratorio educativo per grandi e piccoli, con la scuola quale interlocutore privilegiato e snodo territoriale per coinvolgere anche gli altri cittadini.

Proprio a questo scopo, saranno moltissime le iniziative che si svolgeranno nei comuni di Ancona (AN) e Chiaravalle (AN), in collaborazione con IperSimply, e poi Civitanova (MC), Pesaro (PU), Montecchio (PU), Tavullia (PU), Padiglione (PU), Maiolati Spontini (AN), Jesi (AN), San Benedetto del Tronto (AP), Cupra Marittima (AP), Monteprandone (AP), Porto San Giorgio (FM) e molti altri, con la collaborazione dei circoli Legambiente del territorio.

“L’albero è un prezioso alleato nella lotta ai cambiamenti climatici e proteggerlo significa anche difendere il territorio e le specie che lo abitano. – dichiara Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche – Quest’anno l’iniziativa nazionale rappresenta anche l’occasione per ricordare che senza gli alberi, i polmoni verdi del pianeta, non c’è futuro e, anche se in piccola parte, attraverso le molteplici piantumazioni lungo il territorio, vogliamo proprio cercare di compensare la perdita degli spazi verdi divorati dai drammatici incendi della scorsa estate.”

Nel 2017, secondo i dati elaborati da Legambiente (aggiornati al 30 ottobre scorso), sono andati in fumo, solo nel nostro Paese, ben 140.430 ettari di superfici boschive, pari al 293,0% del totale della superficie bruciata in tutto il 2016 (47.926 ettari), di cui ben 621 nelle Marche.

La Festa dell’Albero, infine, viaggia anche sui social. “Per fare un albero ci vuole un hashtag” è, infatti, la campagna social promossa da Conlegno e Legambiente per invitare gli utenti a pubblicare foto, video, contributi scritti e disegni su Facebook, Twitter e Instagram utilizzando l’hashtag #unalberoè: un modo per porre l’attenzione sull’importanza che il verde riveste nella vita quotidiana.

Inoltre, ogni 50 post pubblicati utilizzando l’hashtag #unalberoè, Conlegno si impegna a donare un albero per dare vita a spazi verdi nelle aree che maggiormente necessitano di interventi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X