facebook twitter rss

Trattamento di sedicimila tonnellate di rifiuti dall’Umbria: parere negativo della Provincia alla Regione Marche

FERMO - Stefano Pompozzi: "La nostra risposta come Provincia è negativa in quanto, in materia di trattamento, ci stiamo già facendo carico dell'emergenza della provincia di Ancona"
giovedì 23 novembre 2017 - Ore 17:34
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Importante riunione, oggi pomeriggio in Provincia, dell’Ata 4 del Fermano (Assemblea Territoriale d’Ambito) per fare il punto in merito alla richiesta di  fattibilità tecnica ed amministrativa  arrivata dalla Regione Marche all’arrivo di sedicimila tonnellate di rifiuti Fors, la frazione organica dei rifiuti urbani, il cosiddetto ‘umido’ dall’Umbria, destinati agli impianti di smaltimento di Ascoli e Fermo. Un momento di confronto consultivo con i sindaci del territorio visto che la decisione finale, a riguardo, spetta alla Provincia di Fermo. Quest’ultima ha espresso parere negativo alla richiesta di solo trattamento arrivata dalla Regione Marche.

A fare il punto, nel dettaglio, è il vice presidente con delega ai rifiuti Stefano Pompozzi: “Per prima cosa c’è da chiarire che non parliamo di abbancamento dei rifiuti ma del loro trattamento per poi fare ritorno nella loro territorio. Detto questo, la Regione Marche ha ricevuto la richiesta di emergenza e supporto da parte della Regione Umbria ed ha chiesto un parere alle varie province per l’eventuale disponibilità. La nostra risposta come Provincia è negativa in quanto, in materia di trattamento, ci stiamo già facendo carico dell’emergenza della provincia di Ancona. Dunque al momento non siamo in grado né è opportuno dare la disponibilità del territorio fermano anche per questa emergenza. Qualora finita quella di Ancona dovesse persistere questo stato di difficoltà in Umbria allora potremo pensare a rivedere la nostra posizione ma al momento non possiamo muoverci in tal senso”.

Un discorso che riguarda non solo la discarica Asite ma anche le altre realtà private del territorio: “Torre San Patrizio ad esempio – aggiunge Pompozzi – sta effettuando una serie di lavori per cui la discarica ha bisogno di qualche mese prima di poter affrontare simili richieste”

Un parere, quello della Provincia di Fermo, che è stato condiviso con i sindaci dell’Ata 4 convocati oggi pomeriggio per valutare una risposta quanto mai condivisa.

 

ARTICOLI CORRELATI

Sedicimila tonnellate di rifiuti dall’Umbria destinati a Fermo e Ascoli: via libera della Regione Marche


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X