facebook twitter rss

Giornata della colletta alimentare,
nel Fermano raccolti
24mila chili di prodotti

FERMANO - Simona Ciarrocchi: "Un gesto, la donazione dei pacchi alimentari, con cui proviamo a dare una risposta alla povertà ma anche a lanciare un messaggio alle famiglie bisognose: si può ripartire"
lunedì 27 novembre 2017 - Ore 12:32
Print Friendly, PDF & Email

“Milioni di italiani hanno risposto al consueto invito alla carità e alla solidarietà che i volontari del Banco Alimentare hanno loro proposto, in quasi 13.000 supermercati in tutta Italia. Questa grande “festa del dono”, giunta alla sua 21ma edizione, ha visto una straordinaria partecipazione, con oltre 145.000 volontari impegnati in tutta Italia. Sono state donate, in un solo giorno – comunicano Simona Ciarrocchi e Filippo Lo Ciuro Colletta Alimentare del Fermano –  8.200 tonnellate di alimenti. Anche nel Fermano l’esperienza è stata positiva, con tanti volontari, tanti ragazzi e giovani impegnati nella “casacca gialle” contenti di partecipare e contribuire in prima persona. Tanti i donatori, spesso con piccole donazioni o grandi donazioni (un signore ha donato anche quest’anno una carello di alimenti) per un totale di oltre 24mila (più precisamente 24.694 chili, con piccolo calo rispetto all’anno precedente). Durante la giornata della raccolta tante storie e tanti incontri. In tanti sabato hanno reso concreto e operativo l’invito che il Papa ha lanciato alla Giornata Mondiale dei Poveri, quando ha ricordato di non amare “a parole, né con la lingua, ma con i fatti e nella verità”, in una atmosfera diffusa di festa.  Un esempio della solidarietà e di condivisione con tantissimi donatori, tanti volontari coinvolti. Ancora una volta nel Fermano molte associazioni ed enti hanno collaborato (come si dice) “in rete”” e messo a disposizione volontari ed automezzi per questa iniziativa che un grande esempio di “carità popolare”. Con questo gesto – specifica Ciarrocchi – non si vuole solo rispondere al bisogno materiale della povertà che è presente anche da noi, nel Fermano, con i pacchi alimentari che doniamo mensilmente alle famiglie indigenti con i tanti volontari, ma vorremmo anche lanciare un messaggio a queste famiglie: si può ripartire e uscire da uno stato di emarginazione”.

Di seguito – aggiungono Ciarrocchi e Lo Ciuro – le autorità civili, associazioni e imprese che si sono coinvolte nella provincia di Fermo che vorremmo ringraziare:

sindaci di Fermo e Porto San Giorgio, Amministrazione Comunale di Monte San Giusto, Caritas Diocesane e Gruppi pastorali, Gruppi parrocchiali catechiste, ragazzi, bambini e mamme, Confraternita Misericordia, Comunione e Liberazione, Gioventù Studentesca, Cercatori del Graal, Acr, Azione Cattolica, Focolarini, Agesci, Scout, Gruppo Volontariato Vincenziano, Associazione Il Samaritano, Fondazione Sagrini, Croce Verde di Porto Sant’Elpidio, Protezione Civile di Porto San Giorgio, Centro di Solidarietà Monti Sibillini, Alpini Fermo, Monte Urano, Amandola e Comunanza, Bersaglieri, Carabinieri in congedo, Ragazzi del servizio Civile; Rotary Porto San Giorgio, Fermo, Servigliano. Tra le imprese ringraziamo i direttori di tutti i supermercati coinvolti, Bricomax, Suolificio Da. Mi, Assiatrend Srl, Vanessa Creazioni, Panificio Petroselli, Ristorante La Chimera e La Freccia Dell’Adriatico”.

I volontari della Colletta Alimentare con il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro

I piccoli volontari della Colletta Alimentare con il sindaco di Porto San Giorgio, Nicola Loira


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



1 commento

  1. 1
    Michele Garro il 27 novembre 2017 alle 12:07

    Si con te….La spesa che valeeeeeee

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X