facebook twitter rss

“Assenza di sensibilità verso i cittadini in difficoltà” Io Scelgo Fermo contro l’amministrazione Calcinaro

FERMO -Io Scelgo Fermo:"All’ingresso del Comune, l’accesso riservato ai diversamente abili è totalmente precluso dal reiterato parcheggio selvaggio e colpevolmente impunito delle auto di proprietà dei componenti della giunta"
mercoledì 13 dicembre 2017 - Ore 16:55
Print Friendly, PDF & Email

“Nei giorni passati, prendendo ad esempio le spese per la pista di ghiaccio, abbiamo inteso evidenziare la scarsa sensibilità di questa maggioranza verso i costi a carico dei cittadini/contribuenti, ma oggi, anche attraverso le foto che continuano ad arrivarci, evidenziamo soprattutto l’assenza di sensibilità verso i cittadini in difficoltà, l’assenza di attenzione e cura a favore dei più deboli. Problemi che avevamo inutilmente già segnalato. Occorre una svolta culturale e sociale per la città. Una svolta che guardi al futuro, non allo spicciolo consenso del momento. Gli uomini passano, le opere ed il pensiero rimangono”.  Così Io Scelgo Fermo attacca, con tanto di foto allegato, l’amministrazione del sindaco Calcinaro.

“Partiamo dalla prima foto – si legge nella nota del gruppo di minoranza –  che ritrae due roulotte in condizioni igienico-abitative a dir poco imbarazzanti, posizionate su una strada centrale e visibili a tutti, che da circa due anni e mezzo costituiscono la fatiscente abitazione di un cittadino in chiara difficoltà personale. Nonostante la dura evidenza, si preferisce ignorare il problema, facendo finta che non esiste, e che non esistono soprattutto l’uomo che vive quella assurda condizione e i cittadini che sono costretti a condividere, loro malgrado, la situazione di precarietà igienica, senza bagni e rete fognaria”.

Io Scelgo Fermo che aggiunge: “Ma stando ai parcheggi auto resi di recente disponibili da questa amministrazione, a Fermo, non dovrebbero esistere neppure i diversamente abili. La piazza è preclusa ad un anziano o ad una persona con difficoltà motorie, non essendovi di fatto parcheggi riservati come da Codice della Strada. Esistono però quelli, peraltro tutti abusivi, che si sono fatti riservare sindaco e assessori. Il codice della strada, infatti, all’art 7 prescrive che i posti sono da riservare non certo ai veicoli dei privati o degli amministratori, ma solo a quelli “degli organi di polizia stradale, dei vigili del fuoco, dei servizi di soccorso, nonché di quelli adibiti al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria munite del contrassegno speciale, ovvero a servizi di linea per lo stazionamento ai capilinea”. E a proposito di contrassegno speciale, a Fermo, anziché esibirlo le categorie protette, lo esibiscono gli amministratori ben in vista sulle loro auto in centro città. In sintesi, al di là dell’imperdonabile disattenzione per chi è in difficoltà e dell’arroganza del potere, a Fermo, il codice della strada è applicato impunemente ad uso e consumo di taluni soggetti. Ne costituiscono la riprova, oltre ai parcheggi che si sono riservati sindaco e assessori, anche la cancellazione, con tanto di bizzarra striscia nera (vedasi foto), di due posti che dovevano essere riservati alle persone diversamente abili nei pressi dell’Ufficio Postale di via XXV Aprile, oppure gli ben otto posti auto concessi, sempre in modo non conforme alla legge, ad uso esclusivo di una struttura privata in prossimità della Piazza, o i parcheggi sempre indebitamente riservati a taluni privati con tanto di striscia gialla in diverse zone della città, oppure i parcheggi, sempre con tanto di striscia gialla (e costoso – per i cittadini – paletto con chiave “ad personam”), riservati nei pressi del palazzo di giustizia a categorie non contemplate dal codice. Insomma, attenzione e cura per i più forti, incuria totale per i più deboli. Il tutto anche violando la legge.  Ma prima degli atti amministrativi, ciò che qualifica l’atteggiamento di un’amministrazione sono i comportamenti dei singoli. Infatti, basta guardare le foto allegate per avere idea di come questi amministratori concepiscono le problematiche connesse ai cittadini in difficoltà. Infatti, proprio all’ingresso del Comune, l’accesso riservato ai diversamente abili è totalmente precluso dal reiterato parcheggio selvaggio e colpevolmente impunito delle auto di proprietà dei componenti della giunta. E’ inutile votare l’ottima iniziativa del P.E.B.A. (piano eliminazione barriere architettoniche), se le prime barriere fisiche sono proprio gli amministratori votanti”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X