facebook twitter rss

Il Popolo della Famiglia si presenta:
“Cinque priorità nell’agenda politica,
parteciperemo alle elezioni”

PORTO SANT'ELPIDIO - Il PdF ha convocato una conferenza stampa di presentazione in programma per domani alle 11 presso la Croce Verde di Porto Sant’Elpidio. Verrà presentato il neonato circolo per Porto Sant’Elpidio e Fermo denominato “Libero Pensiero”
domenica 17 dicembre 2017 - Ore 12:43
Print Friendly, PDF & Email

Mirko De Carli

Il dirigente Nazionale Mirko de Carli, la Presidente eletta del Circolo Donatella Ruzzi, il Vice Presidente Simone Cartechini e il Coordinatore per le Marche Alessandro Lippo presenteranno il programma e le iniziative del movimento culturale e politico “Il Popolo della Famiglia” per le prossime elezioni politiche e amministrative.  L’appuntamento è alle ore 11 presso la sala riunioni della Croce Verde, ubicata in via del Palo 10, di Porto Sant’Elpidio. I responsabili del nuovo partito illustreranno il perché del radicamento, in ogni parte del territorio nazionale, del nuovo soggetto politico nazionale. All’indomani della grande manifestazione Family Day, organizzata dal movimento pro-vita e pro-famiglia naturale, con un milione di cattolici intervenuti per impedire l’approvazione delle unioni civili e del divorzio breve, alcuni leader di detto movimento hanno deciso di “scendere in campo” direttamente.
Mario Adinolfi, Gianfranco Amato, Nicola Di Matteo e Mirko De Carli l’11 marzo del 2016 hanno dato vita a un’Assemblea Costituente presso il Palazzetto delle Carte Geografiche, a Roma. Per acclamazione è stato eletto il direttivo composto dai primi tre promotori sopra indicati.

Il presidente nazionale ha dichiarato, qualche giorno dopo la Convention: “Credo esistano cinque priorità che il Popolo della Famiglia dovrà riuscire a far diventare agenda politica nelle città e nel Paese: sostegno alla vita e alla natalità perché 1.3 figli per donna equivale alle legge cinese sul figlio unico ed è un dato che uccide il futuro dell’Italia; sostegno all’istituto matrimoniale, gravemente compromesso dai divorzi lampo oltre che dalla legge sulle unioni civili; diritto del bambino ad avere un papà e una mamma, contro ogni deriva ideologica gender e contro l’atto di compravendita umana dell’utero in affitto; diritto dei genitori a scegliere liberamente la scuola dove mandare i propri figli, con pieni finanziamenti alla scuola pubblica non statale parificata; sostegno diretto alla famiglia numerosa.
Nessuno di questi cinque punti è oggi elemento di azione politica reale e concreta. Il nostro compito è ribaltare l’agenda delle priorità: “Prima la Famiglia.”
Il PdF ha ottenuto un lusinghiero esordio: la media nazionale relativa ai voti validamente espressi nelle città in cui eravamo presenti alle elezioni amministrative del 2016 è stata dell’1,07%, nel 2017 è salita al 2,9% conteggiando anche le otto municipalità veronesi con voto medio del 5% e punta nell’ottava circoscrizione con il 5.80%”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X