facebook twitter rss

Elezioni comunali 2018, competizione
“da record”: 7 schieramenti in campo

PORTO SANT'ELPIDIO - Due i candidati a sindaco che già hanno "nome e cognome": l'uscente Nazareno Franchellucci e Alessandro Felicioni
giovedì 21 dicembre 2017 - Ore 10:51
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Porto Sant’Elpidio

E’ ancora lunga la strada per le amministrative 2018, ma per il quadro che si delinea ad oggi, sembra profilarsi una competizione da record per numero di aspiranti alla fascia tricolore. Sarebbero 7, allo stato attuale, gli schieramenti a sfidarsi e solo due per il momento hanno il volto del candidato sindaco. Ci sarà di certo il primo cittadino uscente Nazareno Franchellucci, che però ha un bel da fare per comporre una coalizione che ad oggi pullula di punti interrogativi. Ovvio che lo sosterrà il Partito democratico, ha già annunciato il suo appoggio la lista centrista Udc-Porto Sant’Elpidio al centro, ci saranno i Popolari per Porto Sant’Elpidio di Milena Sebastiani, anche se la lista con ogni probabilità cambierà nominativo. Incerte le scelte della civica “storica”, Impegno per Porto Sant’Elpidio, che per ora prende tempo e rimanda la decisione al nuovo anno. Dubbi anche per Obiettivo futuro, il gruppo nato dalle ceneri di Patti chiari per il cambiamento, lista rivelazione alle amministrative 2013.
Scoprirà le carte a brevissimo Alessandro Felicioni, il commercialista e giornalista economico che una decina di giorni fa ha ufficializzato la decisione di stare in campo. Per presentare il progetto e la sua squadra ha organizzato una tavola rotonda per venerdì mattina. Il gruppo, che raduna diversi professionisti e sta lavorando per comporre 3 liste, sembra intenzionato a mantenere un civismo puro, senza cedere alle lusinghe delle forze politiche, in particolare del centrodestra, che ha lanciato chiari segnali di disponibilità ad un accordo.

Il centrodestra, appunto, ha fatto chiarezza nei giorni scorsi sulla solida alleanza tra Forza d’Italia, Fratelli d’Italia e Lega nord, determinati a correre insieme. Sulla figura che guiderà la coalizione, invece, regna l’incertezza. Se non si troveranno le condizioni per un’intesa con Felicioni, il coordinatore provinciale di Fdi Giorgio Marcotulli resta un’opzione concreta, anche se il diretto interessato nelle scorse settimane ha fatto un passo indietro per favorire un accordo più ampio possibile.
Si parlerà di candidature da gennaio in poi nel Movimento 5 stelle, che lo scorso settembre ha aperto il “reclutamento” invitando tutti gli iscritti e simpatizzanti del M5S a farsi avanti per dare il proprio contributo in vista delle amministrative 2018. Una volta definiti i potenziali candidati da inserire in lista si andrà a valutare la figura per guidare i pentastellati e sfidare Franchellucci.
C’è fermento anche a sinistra, dove il neonato partito di Pietro Grasso Liberi e uguali, oltre a correre per le elezioni politiche di marzo, schiererà quasi certamente un proprio gruppo per le comunali. Ha annunciato l’intenzione di essere della partita e correrà quasi sicuramente in solitaria CasaPound. Infine, novità di questa settimana, è nato un circolo a Porto Sant’Elpidio del Popolo della famiglia, guidato da Donatella Ruzzi, che escluso alleanze con gli schieramenti partitici ed aperto ad eventuali coalizioni solo con schieramenti civici.

M.M.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X