facebook twitter rss

Fermana lenta e prevedibile,
bloccata dal Ravenna

SERIE C - I gialloblù non riescono a fare gol agli ospiti che pressano per 90' ed impediscono ai canarini la costruzione del gioco, ed anzi tengono spesso in apprensione le retrovie fermane. Nessuna vera parata del portiere ospite, termina 0-0. Romagnoli al quinto risultato consecutivo. Venerdì prossimo derby serale al Riviera contro la Samb
venerdì 22 dicembre 2017 - Ore 22:30
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – I canarini non riescono a ripetere la bella prestazione (con vittoria) contro il Renate di due settimane fa al “Recchioni” e devono accontentarsi di un pari giusto per quello che si è visto.
Destro deve fare a meno dei lungodegenti Iotti e D’Angelo e anche di Gennari, Sperotto e Ferrante. Per quest’ultima assenza c’è la sorpresa di Mane schierato sull’out sinistro di difesa, al centro torna Comotto affiancato da Benassi. In questo modo Misin resta sull’out sinistro di un centrocampo che, altra sorpresa, è a tre (ci sono solo Doninelli e Urbinati), con Petrucci che parte da posizione più avanzata, di fatto in un 4-3-3. Primo tempo: il Ravenna non ha difficoltà a controllare una Fermana troppo prevedibile e che non si rende mai pericolosa nonostante il tridente. Stessa musica nella ripresa, dove le sostituzioni non riescono a rompere l’equilibrio. La squadra gialloblù deve accontentarsi, considerando i pericoli portati dai romagnoli dalle parti di Valentini, lo 0-0 non è stretto, anche se deludente. Per l’undici di Destro sesto punto in cinque partite. Nonostante il pari, i gialloblù restano all’ultimo posto della griglia play offf e guadagnano un punto su Mestre e Fano, sconfitte. Quest’ultima, fanalino di coda, scende a -10 dalla Fermana, mentre dalla penultima (Santarcangelo) il distacco è di 7 punti. Invece tra queste ultime due e il team di Destro ci sono ben sei squadre in due lunghezze

Prossimo impegno (seconda di ritorno) ancora un anticipo del venerdì e in serale, il 29 dicembre, al “Riviera” contro la Samb. Al termine qualche fischio dalla curva.

IL TABELLINO

FERMANA 0 (4-3-3): Valentini; Clemente, Comotto, Mane, Benassi; Petrucci, Urbinati, Doninelli, Misin (43′ st. Equizi); Sansovini (20′ st. Maurizi) Lupoli (20′ st Cremona). A disposizione: Ginestra, Iotti, Gasperi, Franchini, Acunzo, Ciarmela, Akammadu, Grieco, Da Silva. All. Flavio Destro

RAVENNA 0 (3-5-2): Venturi; Venturini, Lelj, Ronchi; Magrini, Selleri, Papa, Cenci (30′ st. Marzeglia), Rossi (46′ st. Barzaghi); Broso (46′ st. Maistrello), De Sena (30′ st. Piccoli).
A disposizione: Gallinetta, Severini, Samb, Ballardini, Ierardi, Sabba, Capitanio. All. Mauro Antonioli

ARBITRO: Alessandro Meleleo di Casarano, assistenti Alessandro Lombardi di Castellammare di Stabia e Luca Valletta di Napoli

NOTE: Ammoniti Clemente, Comotto e Rossi; angoli 1-3; recupero: 0′ + 3′, spettatori presenti 939 (compresa quota abbonati)

L’inedito tridente della Fermana

LA CRONACA

Il ritmo di inizio gara è alto, il Ravenna aggredisce la Fermana che fatica un po’ a costruire la manovra. Nonostante ciò al 12′ i gialloblù trovano lo spazio per il primo acuto con lancio in verticale di Doninelli, Sansovini anticipa per un pelo l’uscita di Venturi ma si allarga troppo, poi la rovesciata di Lupoli è senza esito. Il Ravenna continua ad attaccare e al 23′ un bel sinistro di Selleri da poco fuori area impegna Valentini che si distende alla sua sinistra per il primo corner del match.

I canarini insistono con troppe palle aree, quasi tutte preda del portiere. Destro prova a spostare sul fronte di attacco Sansovini, che per alcuni minuti va a destra, con Petrucci invertito a sinistra; poi a destra va Lupoli con il forte esterno ora addirittura centrale. Il tentativo di far perdere punti di riferimento agli avversari però non sembra dare alcun risultato perché i giallorossi non sono mai in difficoltà e pressano subito il portatore di palla.

Con il tridente canarino guardato a vista dai difensori romagnoli, al 38′ è addirittura Urbinati a trovarsi in area con la palla buona, ma non ha la rapidità dell’attaccante e perde l’attimo; la sfera termina però a Clemente che dall’out destro dell’area fa partire un missile terra-aria, sprecando una opportunità che poteva essere sfruttata meglio. Termina il primo tempo caratterizzato da un gioco piuttosto lento e prevedibile.

La ripresa si apre con una bella rovesciata di De Sena (7′) che in piena area sfrutta una seconda palla (respinta di testa di Comotto), la palla termina fuori di poco con Valentini che resta immobile. I giallorossi spingono e conquistano due corner consecutivi. Al 16′ ospiti vicinissimi al gol con Broso che gira di poco al lato un cross da destra, Valentini si allunga ma la sfera termina fuori di pochissimo. Al 20′ Destro cambia l’attacco, dentro Cremona e Maurizi per Lupoli e Sansovini che avevano giocato pochissime palle ma il cambio non sortisce effetti. Minuti finali con gioco confuso e con il Ravenna che si propone pericolosamente in attacco con la difesa gialloblù a volte in affanno. La prima vera conclusione fermana verso lo specchio ospite è al 41′ da parte di Maurizi, giocatore che meriterebbe più spazio. Poco dopo punizione di Petrucci che cerca l’angolo lontano, ma trova Venturi pronto.

Paolo Bartolomei

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X